Niaouli: una Superdifesa contro il Freddo

Dall’albero sempreverde di niaouli si ricava un olio essenziale che ci protegge da tosse e raffreddore, rinforza il sistema immunitario e depura l’aria

niaouliL’albero sempreverde di niaouli, una varietà di melaleuca, chiamata anche Melaleuca Viridiflora, è originario dell’Indonesia, della Nuova Caledonia e dell’Australia: può essere alto fino a un metro e i suoi fiori grandi, delicati e profumati vanno dal color rosa al malva, al giallo.

Nella antiche tradizioni locali veniva utilizzato per depurare l’acqua e renderla potabile. Oggi viene coltivato e importato anche in Italia e l’ olio essenziale che ne deriva, distillato a vapore dalle foglie fresche, si può trovare già pronto in erboristeria e possiede proprietà balsamiche, antisettiche, analgesiche, anticatarrali e in generale rinforza il sistema immunitario. Le proprietà dell’ olio essenziale di niaouli sono simili a quelle dell’eucalipto: si rivela anzitutto utile in caso di tosse, asma, bronchite, rinite, sinusite e otite.

Orecchie, naso e muscoli al riparo dall’attacco del freddo novembrino

Inalato o massaggiato sulla pelle, il niaouli sblocca ogni “congestione”. Usalo così:

– Raffreddore: Data la sua bassa tossicità e irritabilità, si può utilizzare anche puro: una o due gocce di olio essenziale su un fazzoletto oppure applicate direttamente sullo sterno aiutano a liberare il naso in caso di raffreddore.

– Otite: Massaggiane qualche goccia intorno all’orecchio o sulla fronte un paio di volte al giorno.

– Dolori muscolari: Massaggialo puro sulle zone colpite da dolori muscolari: aiuta a distendere la parte, scioglie la contrattura e calma il malessere.

Col timo “compone” una sinergia depurativa

Il naiouli può essere bruciato grazie a un comune diffusore per ambienti: in questo modo disinfetterà l’aria nella stanza alleviando quindi tutti i fastidi legati ai disturbi da freddo.

(leggi l’articolo completo su http://www.riza.it/benessere/oli-essenziali-e-aromaterapia/3446/una-superdifesa-contro-il-freddo.html)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *