Meglio i cibi integrali o quelli raffinati? Ecco cosa dicono gli esperti

meglio cibi integrali o raffinatiOggi torniamo a parlare degli alimenti integrali che un tempo erano considerati i cibi riservati soltanto ai poveri; nella realtà odierna, invece, sono molto ricercati in quanto possiedono delle importanti proprietà che si perdono durante i processi di raffinazione. Gli alimenti integrali, infatti, sono perfetti per usufruire di tanti nutrienti utili per la propria salute dei quali il più delle volte facciamo a meno proprio perché tendiamo a scegliere prodotti raffinati.

In una recente intervista, il professor Gabriele Riccardi, ordinario di malattie del metabolismo all’Università Federico II di Napoli e presidente della Società italiana di diabetologia, ha spiegato il motivo per il quale gli alimenti integrali sono da prediligere rispetto a quelli raffinati, primo fra tutti il fatto che sono ricchi di fibre e quindi sono ideali per chi ha problemi di stipsi.

I cereali integrali non contengono solo le fibre: sono anche ricchi di prebiotici, ovvero quelle sostanze che favoriscono la formazione dei batteri positivi, indispensabili per il corretto funzionamento del sistema immunitario, ma anche per contrastare le malattie metaboliche e cardiovascolari.

Prediligere i cibi integrali aiuta a ridurre le infiammazione intestinali, il rischio di diabete, e a prevenire l’obesità: gli alimenti integrali contribuiscono ad aumentare il senso di sazietà e, quindi, a ridurre la fame.

Nonostante tutti questi importanti benefici, il consumo di alimenti integrali è  ancora poco diffuso in Italia: basti pensare che il 98% delle persone non mangia alimenti integrali neanche una volta alla settimana. Secondo il professor Riccardi, l’ideale sarebbe consumare almeno una o due porzioni di cibi integrali tutti i giorni.

(leggi l’articolo completo su http://www.dietaland.com/cibi-integrali-o-raffinati/23282/)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *