Iperomocisteinemia: le cause, sintomi e la cura


Il termine iperomocisteinemia indica una concentrazione eccessiva di omocisteina nel sangue.

La prima cosa da chiedersi è cosa sia l’omocisteina?

Si tratta di un aminoacido molto importante e soprattutto da tenere sotto stretta osservazione, perché se in quantitativi eccessivi (ovvero supera i 12 µmol/L) può contribuire all’insorgere di malattie cardiocircolatorie, ma può anche danneggiare il sistema nervoso e osseo.

iperomocisteinemiaCome mai si può manifestare l’iperomocisteinemia? Nella maggior parte dei casi, le persone con elevati livelli di omocisteina nel sangue seguono una dieta povera di acido folico e altre vitamine B.

La causa potrebbe anche essere un fattore genetico, un fattore fisiologico, quale il sesso, la riduzione della funzionalità renale, l’ipotiroidismo, l’invecchiamento o magari l’assunzione di farmaci come gli antiepilettici, gli anticoncezionali orali o i farmaci anti-Parkinson.

Questa condizione purtroppo è strettamente correlata allo sviluppo dell’Alzheimer, ma anche in caso di gravidanza può portare alla preeclampsia, al distacco placentare e all’ aborto spontaneo. Per diagnosticare questo problema, la cosa migliore sono gli esami ematici.

(leggi l’articolo completo su http://www.benessereblog.it/post/30413/iperomocisteinemia-le-cause-sintomi-e-la-cura)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *