Smettere di fumare con rimedi naturali

La decisione di smettere di fumare è già di per sé un grande passo verso uno stile di vita migliore e salutare. Tuttavia, non è compito facile e, se da un lato i rimedi naturali non offrono una soluzione magica immediata per liberarsi dal vizio, dall’altro possono aiutare molto nel contribuire a risolvere il problema del fumo una volta per tutte. Le erbe e le piante che verranno illustrate di seguito rappresentano un approccio olistico efficace capace di contrastare la necessità di fumare in modo naturale ed economico.

smettere di fumare con rimedi naturaliSolitamente, quando un fumatore smette di fumare, subito dopo ricomincia per diverse ragioni, e l’insieme di queste ragioni fa sì che la dipendenza dalla nicotina sia così forte. Tra i motivi principali dell’intensa assuefazione al tabacco abbiamo proprio le capacità sedative di questo prodotto, in grado di dare sollievo momentaneo alle preoccupazione quotidiane, ma anche di fare da aggregatore sociale o semplicemente di offrire un po’ di piacere in più. Per questo motivo, le erbe dovranno andare a compensare diversi aspetti/piaceri che vengono a mancare con il fumo: il rilassamento e la riduzione dello stress, e il bilanciamento dell’umore. Senza dimenticare però che è necessario anche disintossicare l’organismo delle tossine introdotte con il fumo.

Alleviare lo stress

Il ginseng coreano (Panax ginseng) e il ginseng americano (Panax quinquefolius) possono aiutare i fumatori ad adattarsi allo stress. Infatti, tali erbe sono note per le loro proprietà adattogene, e sono usate da molti anni come tonico naturale per aumentare le prestazioni fisiche e mentali complessive dell’organismo umano. Ciò significa che si potrà riscontrare una riduzione nei tempi di reazione agli stimoli visivi e uditivi, un miglioramento nella respirazione, una maggiore attenzione e capacità di concentrazione, e un progresso nella coordinazione motoria e visiva.

In commercio, esistono molti integratori naturali di ginseng, ma rosicchiare 1 o 2 grammi di radice al giorno è senza dubbio il modo migliore per godere dei suoi benefici, inoltre può essere un’ottima alternativa all’abitudine di tenere qualcosa in bocca.

Disintossicazione

Si sa che il fumo va a sovraccaricare gli organi che filtrano ed eliminano le sostanze tossiche nel nostro organismo. Dopo aver smesso di fumare, le tossine vengono rilasciate dai tessuti e devono essere espulse dal corpo. L’organo maggiormente impegnato nel processo di eliminazione dei veleni è il fegato. Gli estratti ricavati dai frutti di cardo mariano (Silybum marianum) sono ottimi per favorire una sana funzione epatica. Infatti, dagli acheni di questa pianta si ottiene la silimarina, composto ottenuto da un insieme di flavonolignani (nello specifico silidianina, silibina, silicristina e isosilibina), che svolgono un’azione purificante e protettiva sul fegato.

I benefici del cardo mariano sul fegato sono dovuti con ogni probabilità alla capacità della tintura di cardo mariano di modificare la struttura esterna cellulare del fegato rendendola più resistente, in modo da evitare che le sostanze chimiche tossiche penetrino all’interno delle cellule epatiche. Oltre a ciò, la silimarina stimola la capacità del fegato di rigenerare nuove cellule e fornisce antiossidanti utili per combattere efficacemente i dannosi radicali liberi.

Bilanciamento dell’umore

Gli estratti di iperico (Hypericum perforatum, conosciuto anche come erba di San Giovanni o scacciadiavoli) hanno rinomate capacità antidepressive. Quest’erba quindi è senza dubbio un rimedio naturale efficace per contrastare i disturbi emotivi associati all’abbandono del vizio di fumare. Fino a poco tempo fa, si credeva che il principio attivo maggiormente coinvolto nella regolarizzazione dell’umore fosse l’ipericina. Tuttavia, recentemente si è scoperto che il principale composto antidepressivo è in realtà un’altra sostanza contenuta nell’iperico ovvero l’iperforina. Si tratta di un floroglucinolo capace di inibire il reuptake della serotonina, agendo diversamente dai composti SSRI (Selective Serotonin Reuptake

One response to “Smettere di fumare con rimedi naturali

  1. Alessandr Targhetta

    Cari amici, care amiche, mi permetto di dissentire dagli autori dell’articolo su come aiutare a smettere di fumare. 1) Ginseng è sì una pianta adattogena ma crea molta agitazione ed ansia ed è quindi controindicata in chi è gia in ansia e sotto stress, perchè deve smettere di fumare! Io preferisco utilizzare in questi casi due altre piante adattogene “non agitanti”: Rhodiola rosea o Alga Klamath. 2) La pianta con più effetti sul tabagismo è il Caladium seguinum e non il Cardo mariano. Per il resto mi trovo d’accordo sull’effetto antidepressivo e ansiolitico della pianta di Hyperico. Grazie
    Dr. Alessandro Targhetta, Fitoterapeuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *