Daily Archives: febbraio 4, 2013

Curare il Mal di Gola e la Tosse con i Rimedi Naturali più efficaci

Curare il mal di gola e la tosse con i rimedi naturali è possibile, ma quali saranno i più efficaci? Soprattutto durante l’inverno il rischio di beccarsi il mal di gola o la tosse è sempre in agguato, ma prevenire e guarire irritazioni alla gola e la tosse è possibile grazie ai classici rimedi della nonna, rimedi basati sulle proprietà benefiche di alcuni prodotti del tutto naturali e dal potere straordinariamente terapeutico. Un esempio? L’aglio. Non farà di certo un profumino invitante, ma dobbiamo ammettere che l’aglio è un vero e proprio toccasana per la nostra salute.

curare mal di gola e tosse con rimedi naturaliEsso è infatti un noto rinforzante del sistema immunitario, uno straordinario antibatterico ed antivirale, ideale per mettere K.O raffreddore e tosse. Il modo migliore per assorbirne tutti i benefici è quello di fare un “buon” tè all’aglio, reso magari più invitante aggiungendo dell’ottimo miele.

Prendete un paio di spicchi di aglio fresco e schiacciateli per bene. Dopodichè, mettetelo in una pentolina piena d’acqua e fate bollire per almeno dieci minuti. Colate il tutto (ma potreste anche lasciare l’aglio nell’acqua) ed aggiungete il miele e qualche goccia di succo di limone. Come dicevamo, il profumo ed il sapore non saranno forse ottimi, ma il rimedio funziona davvero!

Un altro rimedio utilissimo contro tosse e mal di gola è quello a base di foglie di menta ed eucalipto. Fatele bollire in una pentola piena d’acqua e fate i classici suffumigi per liberare il naso e la gola.

Infine, per contrastare tosse e mal di gola pare che anche l’aceto di mele sia un vero toccasana. Per la tosse notturna pare infatti che sia utile tenere sul comodino un bicchiere d’acqua dove sono

(leggi l’articolo completo su http://www.benessereblog.it/post/34355/curare-il-mal-di-gola-e-la-tosse-con-i-rimedi-naturali-piu-efficaci)

Piante e Integratori contro il Colesterolo cattivo (LDL)

struttura molecolare del colesteroloAlti livelli di colesterolo LDL, ovvero il cosiddetto colesterolocattivo“, sono molto pericolosi, soprattutto perché portano a sviluppare malattie cardiache, aterosclerosi e ictus. Di seguito vedremo alcune piante e integratori utili per contribuire ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo (LDL) in modo naturale.

Niacina (vitamina B3)

La niacina, conosciuta anche come vitamina B-3, gioca un ruolo importante nel diminuire il tasso di colesterolo cattivo e nell’aumentare quello buono (HDL). In generale, la niacina può abbassare le LDL di circa il 10 per cento, i trigliceridi del 25 per cento, e accresce il colesterolo buono del 15-30 per cento. Oltre a ciò, la vitamina B3 è efficace nel diminuire la presenza della lipoproteina (a), comunemente chiamata il “terzo colesterolo”.

La niacina può essere assunta tramite l’alimentazione mangiando cibi come legumi, carne e lievito di birra. In commercio esistono anche integratori di vitamina B3 (conosciuta altresì come vitamina PP, dall’inglese Pellagra-Preventing), tuttavia, prima di ricorrere a supplementi di questo genere, si consiglia sempre di sentire il parere del proprio medico.

Foglie di carciofo

Dalle foglie di carciofo si ricava un estratto chiamato Cynara scolymnus che può aiutare ad abbassare il colesterolo. Tale estratto infatti agisce andando a limitare la sintesi del colesterolo nel corpo. Oltre a ciò, il carciofo contiene un composto chiamato cinarina, capace di aumentare la produzione di bile nel fegato e accelerarne il flusso dalla cistifellea, favorendo così l’escrezione del colesterolo.

Fibre solubili

Le fibre solubili diminuiscono il tasso di colesterolo LDL riducendone l’assorbimento nell’intestino. Le fibre solubili infatti si legano con il colesterolo fino a quando viene escreto. Gli alimenti maggiormente ricchi di fibre solubili sono: avena, orzo, segale, legumi come piselli e fagioli, mele, prugne, frutti di bosco, ortaggi quali carote, cavoletti di Bruxelles, broccoli, e patate dolci. Con soli 5-10 grammi di fibre solubili, le LDL vengono ridotte di circa il 5 per cento.

Steroli e stanoli vegetali

Gli stanoli e gli steroli vegetali (beta-sitosterolo e sitostanolo) sono composti che esistono in natura in molte piante. Tali sostanze vegetali possono aiutare a ridurre il colesterolo perché contribuiscono a bloccarne l’assorbimento da parte dell’intestino. Le fonti alimentari più ricche di steroli vegetali sono diversi oli tra cui l’olio extravergine d’oliva, quello di semi di soia, di riso, di noci e di legno di pino. Tra gli ortaggi troviamo soprattutto cavoletti di Bruxelles, broccoli, cavolfiori, e olive.

Policosanoli (PPG o polycosanol)

Il policosanolo è una miscela di sostanze naturali ottenuta da alcoli grassi mediante la lavorazione di composti cerosi derivanti da: patate, canna da zucchero, e cera d’api. Tale integratore è in grado di ridurre i livelli di colesterolo cattivo del 20-25 per cento in circa due settimane di terapia

(leggi l’articolo completo su http://www.beautyerelax.com/salute/431-ldl-colesterolo-cattivo-rimedi-naturali-erbe-intergratori.html#ixzz2IiUHjFHH)

Le Proprietà del Limone sulla pelle e nelle diete

proprietà del limoneTra i frutti più ricchi di vitamina C e più sfruttati per le sue innumerevoli proprietà antibatteriche, disintossicanti, detossinanti e rafforzanti del sistema immunitario (come tutti gli agrumi, è ricco di vitamina C), il limone è uno dei rimedi della nonna più frequentemente suggeriti da noi di Benessereblog: è veramente un frutto versatile, dalla cucina al pronto soccorso. Alcune sue particolarità lo rendono particolarmente utile sulla pelle e nelle diete: vediamo quali sono.

È particolarmente consigliato il suo uso a chi vuole perdere qualche chilo: il succo di mezzo limone diluito in mezzo bicchiere di acqua calda, bevuto la mattina appena svegli, ha un altissimo potere purificante, riequilibrante della flora batterica intestinale e acceleratore del metabolismo. Aiuta anche a regolare i livello di glucosio nel sangue, quindi a combattere il rischio di glicemia alta, e a migliorare la digestione difficile o lenta, perché stimola il lavoro dei succhi gastrici.

Per avere una pelle luminosa e purificata, si può utilizzare il succo di limone contro molti inestetismi:

  • macchie di melanina: il limone ha un forte potere schiarente (infatti lo si utilizza anche per schiarire le unghie gialle)
  • acne, brufoletti e punti neri: disinfetta e aiuta a restringere i pori dilatati

È molto utile anche mescolato al miele per una maschera nutriente e purificante, che idrata e lenisce la pelle; se a questi si aggiunge anche un po’ di sale fino e amido di mais o riso, si crea uno scrub perfetto per rinvigorire

(leggi l’articolo completo su http://www.benessereblog.it/post/34549/le-proprieta-del-limone-sulla-pelle-e-nelle-diete)