Daily Archives: febbraio 26, 2013

Le proprietà delle Noci e delle Mandorle, valori nutrizionali e calorie

Noci e mandorle: quali saranno le loro proprietà benefiche e quali saranno le calorie di questi due gustosi alimenti? Torniamo a parlare di cibi che fanno bene alla salute, e parliamo innanzitutto delle noci, che come ben saprete, sono i frutti dell’albero del noce. Questo particolare alimento viene utilizzato perlopiù in cucina, mangiato come frutta secca oppure impiegato per la realizzazione o la decorazione di dolci e manicaretti. In realtà le noci hanno anche delle utili proprietà per il nostro benessere, tanto che al giorno d’oggi sono sempre più gli specialisti che ne consigliano il consumo.

Questo particolare frutto (che avrebbe circa 650 calorie per ogni 100 grammi) è infatti ricco di acidi grassi Omega-3, in particolar modo di acido linoleico.

proprietà valori nutrizionali e calorie di noci e mandorle


Si tratta di un alimento particolarmente energetico
, ricco di antiossidanti, ideali per contrastare l’invecchiamento della pelle e delle cellule. Le noci, ideali anche nella lotta contro il colesterolo cattivo e contro le malattie cardiovascolari, contengono inoltre numerosi minerali come il fosforo, il magnesio e il potassio, e sono indicate per combattere affaticamento, stress e stanchezza.

E passiamo adesso a un altro frutto davvero gustoso e dalle molte proprietà benefiche, ovvero la mandorla, un seme molto ricco di oli e di acidi grassi monoinsaturi, ricco di fibre, vitamine e antiossidanti.

(leggi l’articolo completo su http://www.benessereblog.it/post/37439/le-proprieta-delle-noci-e-delle-mandorle-valori-nutrizionali-e-calorie)

Sinusite Cronica, la Cura è nascosta in un Batterio Marino

curare sinusite cronicaChi ne soffre lo sa bene: dover lottare con la sinusite cronica non è facile. Secondo i ricercatori dell’Università di Newcastle (Regno Unito) la vera arma contro questo disturbo potrebbe essere un batterio marino, il Bacillus licheniformis, o, per essere più precisi, un suo enzima. Secondo quanto riportato sulle pagine di PLoS One gli scienziati hanno infatti scoperto che questa molecola, NucB, riesce a dissolvere il film di batteri che può formarsi nelle mucose di chi soffre di questa malattia.

Questa azione è di importanza non trascurabile. Il film batterico, infatti, impedisce ad antibiotici e spray di essere efficaci. Al suo interno è presente anche del Dna e NucB riesce proprio a degradare questa molecola. In effetti quando i ricercatori hanno isolato i batteri presenti nei seni paranasali dei pazienti affetti da sinusite cronica sono riusciti a dimostrare che l’enzima di Bacillus licheniformis può dissolvere il film prodotto da molti di questi microbi, rendendoli, così, più vulnerabili all’azione dei medicinali.

Mohamed Reda Elbadawey, coautore dello studio, ha spiegato che

la sinusite è fin troppo comune e rappresenta un grande onere per il servizio sanitario nazionale.

Per molte persone, i sintomi includono naso chiuso, scariche e congestioni nasali, mal di testa ricorrenti, perdita dell’olfatto e dolore facciale. Mentre gli spray nasali a base di steroidi e antibiotici possono aiutare qualcuno, per alcuni pazienti che ho potuto vedere queste misure non sono stati efficaci e i malati hanno dovuto sopportare lo stress di un intervento chirurgico.

Se potessimo sviluppare un’alternativa migliaia di pazienti ogni anno potrebbero trarne beneficio.

(leggi l’articolo completo su http://www.benessereblog.it/post/36921/sinusite-cronica-la-cura-e-nascosta-in-un-batterio-marino)

Le cure per la meteopatia: meglio antidepressivi, psicologo o luce?

La meteopatia, o meteoropatia, è un disturbo che si compone di diversi sintomi, di tipo psicologico o fisiologico, legati al cambiamento delle condizioni metereologiche o al cambio di stagione. I mutamenti del tempo e i passaggi che intercorrono tra le varie stagioni possono causare molti fastidi in chi soffre di questa patologia.

In Italia sono molti i pazienti che soffrono di meteopatia: una persona su 4, ad esempio, lamenta tutti i disturbi tipici causati dagli sbalzi climatici, mentre due o tre persone su 10 soffrono degli stessi sintomi ma dal passaggio da una stagione alla successiva.

rimedi meteopatia metereopatia

 

Come si cura la meteopatia?

Chi soffre di meteopatia potrebbe lamentare disturbi neurologici tipici come stress psicofisico, ansia, irrequietezza, stanchezza, nervosismo, insonnia, disturbi del sonno, difficoltà cognitive, tensione, apatia, depressione, agitazione psicomotoria e sbalzi d’umore. A livello fisiologico, invece, i sintomi tipici sono mal di testa, tachicardia, brividi, sudorazione eccessiva, sbalzi di pressione, vampate di calore, ipersensibilità dermica, ipersensibilità oculare, debolezza fisica, tensione muscolare, difficoltà a respirare, allergie, vertigini, disturbi gastrointenstibali e dolori osteoarticolari.

In caso di meteopatia si può ricorrere a cure naturali a base di tisane calmanti di biancospino, camomilla, melissa, salvia, tarassaco, malva, tè verde, valeriana e tiglio, oltre che a preparati ricostituenti con aglio, iperico, ginseng, pappa reale, propoli. Gli antidepressivi sono consigliati nel caso la meteopatia causi problemi a livelli psicologico, in particolare depressione e ansia, per calmarne gli attacchi, che possono essere anche affrontati con l’aiuto dello psicologo (oltre che dalla vicinanza con i famigliari!).

Molto utile, infine, la light therapy, la terpia con la luce, indispensabile

(leggi l’articolo completo su http://www.benessereblog.it/post/36539/le-cure-per-la-meteopatia-meglio-antidepressivi-psicologo-o-luce)