Via i Grassi con i Fichi d’India

Grazie alle sue fibre vegetali questo frutto riduce l’assimilazione dei lipidi e degli zuccheri il cui eccesso causa soprappeso

fichi d'india brucia grassi

Il fico d’India è una pianta nativa del Messico che appartiene al genere Opuntia, diffusa attualmente nel bacino mediterraneo, e in particolare in Sicilia. Il succo che si estrae dai suoi frutti possiede proprietà lassative e diuretiche, mentre le foglie, oltre a contenere fibre solubili e insolubili, sono ricche di minerali, vitamine e antiossidanti. Le fibre del fico d’India favoriscono il senso di sazietà consentendo così di evitare di sgranocchiare fuori pasto; inoltre, sono utili per assimilare meno grassi e zuccheri, controllando la glicemia nel sangue e il sovrappeso, e per favorire il transito intestinale. Il fico d’India contiene anche niacina (vitamina B3) che rallenta la trasformazione degli zuccheri ingeriti in glicogeno e quindi in grasso che si deposita nei famosi punti critici: pancia, fianchi e glutei.

I suoi frutti ti disintossicano

I frutti freschi, oltre a contenere fibre snellenti, sono ricchi di vitamina C, potassio e magnesio. Consumati regolarmente, facilitano la diuresi e favoriscono l’eliminazione dei calcoli renali; in più, contribuiscono a ridurre il colesterolo “cattivo”,

Come utilizzarlo per dimagrire e 

Perché ti fa bene

Il fico d’India contiene le fibre solubili e insolubili che servono a controllare l’appetito, ridurre l’assimilazione di grassi e zuccheri e contrastare la stitichezza. Inoltre, consente di eliminare più facilmente il grasso addominale e i liquidi in eccesso.

Il momento migliore

Assunto mezz’ora prima dei pasti controlla l’appetito e permette di assimilare meno zuccheri e grassi. Inoltre, consente di evitare i picchi glicemici dopo i pasti causa di una per-produzione di insulina che comporta un maggior accumulo di adipe.

Le giuste quantità

Puoi assumere il fico d’India in capsule o compresse (2 compresse o capsule prima di pranzo e cena). In commercio trovi anche lo sciroppo o succo.

Il succo per vincere ritenzione, cellulite e sovrappeso

Ricco di sali minerali e antiossidanti, il succo concentrato di fico d’India favorisce la produzione di sostanze antinfiammatorie che stimolano la diuresi e contrastano la ritenzione e la cellulite. È inoltre una fonte preziosa di opuntiamannano (mucillagini), al quale si deve la capacità di legare i grassi e gli zuccheri ingeriti, rendendoli così meno assimilabili per l’organismo, che li elimina senza trasformarli in adipe.

(leggi l’articolo completo su http://www.riza.it/dieta-e-salute/cibo/3700/via-i-grassi-con-il-fico-d-india.html)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *