Daily Archives: aprile 11, 2013

Vetiver dona Sprint a Muscoli e Circolazione

Per dare sollievo all’apparato muscolare teso e dolorante dopo lo sport nulla meglio di vetiver, eccellente per lenire i dolori agli arti e per il buon funzionamento delle vene

vetiverConosciuto al grande pubblico per il largo impiego in profumeria e cosmesi, il vetiver in realtà svela, a un occhio più attento, moltissime altre proprietà. In botanica è definito “la pianta ingegnere” grazie al suo fitto sistema di radici che si sviluppa fino a cinque metri di profondità controllando l’erosione dei suoli: l’energia di questa pianta e la nota di base del suo olio essenziale richiamano quindi la forza, la stabilità della terra e il radicamento.
Per questo motivo in aromaterapia è indicato per tutti i problemi circolatori degli arti inferiori e per i disturbi dell’apparato muscolare – quello che ci sostiene insieme alle ossa – donando al corpo la forza e la tonicità dell’albero da cui proviene. Soprattutto è ottimo in sinergia con altri “tesori della natura”; ecco i principali

Con la camomilla scioglie i crampi…

Se in primavera siete soliti soffrire di dolori muscolari o reumatici, correte ai ripari con questo olio essenziale curativo. Massaggiato la sera sulle zone doloranti, o anche dopo lo sport per evitare i crampi, allevia subito il dolore, rilassa le fibre muscolari e agisce anche a livello nervoso, se la causa della tensione è lo stress.

Olio antidolorifico: preparate una miscela con:

– 50 ml di olio di arnica – Sprigiona un curativo calore su contratture e dolori articolari;

– 3 gocce di olio essenziale di vetiver – Allevia i dolori muscolari, riattivando la circolazione;

– 3 gocce di olio essenziale di camomilla romana Antireumatica, distende la muscolatura contratta. È analgesica e blandamente sedativa.

Con l’arancio aiuta il sangue

In primavera risulta più utile intervenire sulla predisposizione ai disturbi circolatori, per evitare fastidiosi dolori in estate. Il vetiver tonifica e rafforza l’elasticità e la tenuta delle pareti venose.

Massaggio serale

Preparate una miscela con:

-100 ml di olio di avocado – Dà alla pelle il giusto nutrimento e le dona elasticità;

– 5 gocce di olio essenziale di vetiver – Tonifica le vene;

– 3 di olio essenziale di arancio dolce – Drenante, purifica il sangue e stimola la circolazione.

(leggi l’articolo completo su http://www.riza.it/benessere/oli-essenziali-e-aromaterapia/3736/una-pianta-che-dona-sprint-a-muscoli-e-circolazione.html)

Alga Spirulina: Proprietà Benefiche, Posologia e Controindicazioni

L’alga spirulina ha molte proprietà benefiche. Oltre a stimolare le difese immunitarie dell’organismo, è importante per mantenere sotto controllo il peso corporeo e quindi per dimagrire; favorisce la sintesi dell’emoglobina e riesce mettere in atto una funzione antinfiammatoria, anticoagulante e disintossicante. La posologia, prendendo in considerazione le compresse, va da i 3 a 4,5 grammi al giorno. Non bisogna comunque esagerare, perché ci sono specifiche controindicazioni, specialmente per chi soffre di ipotiroidismo e di malattie autoimmuni. Gli effetti collaterali più comuni sono costituiti da febbre, nausea e stitichezza.

Le proprietà benefiche

alga spirulinaLe proprietà benefiche dell’alga spirulina sono varie. Fra i suoi benefici bisogna ricordare che quest’alga si rivela un integratore completo, molto utile per chi segue una dieta e vuole mantenere sotto controllo il peso corporeo. Infatti, anche se ha poche calorie, riesce a garantire un ottimo apporto di proteine e vitamine. Proprio per questo è ideale per mantenere l’equilibrio nutritivo, evitando di incorrere nella debolezza. Attraverso il suo contenuto di fenilalanina riesce a ridurre la fame.

Le donne in gravidanza la possono usare per compensare le carenze nutrizionali dovute allo stato di gestazione. Per gli stessi motivi, su parere medico, l’alga spirulina è consigliata anche durante l’allattamento.

E’ ricca di antiossidanti e proprio per questo riesce a contrastare l’attività dei radicali liberi, svolgendo un’azione di prevenzione nei confronti dell’invecchiamento cellulare. In questo senso va bene per la prevenzione dell’arteriosclerosi. Inoltre contribuisce notevolmente ad incrementare le difese immunitarie dell’organismo.

Svolge anche un’azione anticoagulante e vasodilatatrice. Tutto merito degli omega 3, i quali favoriscono la fluidità del sangue ed evitano la formazione di coaguli e di trigliceridi. I pigmenti vegetali di cui abbonda, mettono in atto un processo di depurazione e di detossificazione. A questo proposito riesce anche ad assicurare un’adeguata pulizia dell’apparato digerente, riducendo il rischio di infezioni e aiutando a combattere la sindrome del colon irritabile.

Presenta un alto contenuto di ferro, che si rivela importante nella sintesi dell’emoglobina e quindi nella prevenzione di tutte le forme dell’anemia.

La posologia

La composizione dell’alga spirulina comprende proteine, che costituiscono la parte più ingente (65%), carboidrati (circa il 18%), pigmenti vegetali (circa l’11%), lipidi, vitamine e minerali.

E’ bene provvedere ad una assunzione graduale dell’alga spirulina, cominciando con una dose minima, per poi aumentarla. L’ideale sarebbe assumerla a cicli di tre o quattro mesi, alternando due o tre mesi di pausa. In effetti, il suo uso non dovrebbe essere prolungato nel tempo, in quanto può portare ad un affaticamento del fegato e dei reni.

Se prendiamo quest’alga in compresse (esistono confezioni da 180 al costo di 27 euro), bisognerebbe consumarne una quantità che va dai 3 ai 4,5 grammi al giorno. Tuttavia si può trovare anche in polvere, in un barattolo da 200 grammi, il cui prezzo può variare dai 20 agli 80 euro.

E’ disponibile anche in gocce (flacone da 30 ml al costo di 22 euro), in capsule (150 a 12 euro) e in tavolette (100 a 23 euro).

Le controindicazioni

In termini di controindicazioni dell’alga spirulina si può parlare di effetti collaterali costituiti da vomito, nausea, stitichezza e febbre. Tuttavia si può incorrere in questi sintomi, se si esagera e si fa un uso sbagliato dell’alga. Consumata nelle giuste dosi non provoca problemi.

Ci sono comunque dei casi in cui l’assunzione deve essere limitata. Si tratta soprattutto delle situazioni in cui un soggetto è effetto da problemi alla tiroide, nello specifico l’ipotiroidismo. Contro questo disturbo lo iodio contenuto nell’alga spirulina potrebbe essere d’aiuto. Si potrebbe però rischiare di incorrere nel problema opposto, l’ipertiroidismo.

(leggi l’articolo completo su http://www.tantasalute.it/articolo/alga-spirulina-proprieta-benefiche-posologia-e-controindicazioni/9409/)