Alimenti ricchi di potassio: quali sono e perchè fanno bene

alimenti ricchi di potassio

Una dieta equilibrata deve contenere anche il giusto apporto di magnesio, potassio, sali minerali, ferro e vitamine. Lo sostiene anche una ricerca dell’Università degli studi di Napoli, che ha analizzato il corretto apporto di potassio per il nostro benessere.

Una dieta equilibrata non deve mai essere sprovvista di alcun nutrimento fondamentale per la nostra salute: anche il potassio quindi diventa uno di quegli elementi imprescindibili senza il quale il nostro fisico non potrebbe affrontare la vita di tutti i giorni.

L’importanza del potassio nella dieta di tutti i giorni

Proprio il potassio, nelle giuste dosi, può ridurre l’incidenza di crampi, ictus, di malattie coronariche e il rischio cardiovascolare. È fondamentale mangiare cibi ricchi di potassio. Ma dove si trova? Soprattutto nella frutta e nella verdura, per esempio banane, pomodori, albicocche, e la maggior parte dei legumi. La dose quotidiana dovrebbe essere di 5 o 6 porzioni al giorno. Ma scopriamo qualche cosa di più sul potassio. Dalla ricerca è anche emerso che in caso d’ipertensione per non confondere i pazienti, bisogna raccomandare la sola riduzione del sodio senza insistere troppo sull’importanza di aumentare l’apporto di potassio. Per fare ciò è meglio favorire il consumo di frutta e verdura biologiche e bere almeno 2 litri di acqua al giorno, stando attenti solo al sale. “Finora non c’è stata grande attenzione sul potassio, ma questo minerale pare capace di ridurre la pressione sanguigna – dice Paul Whelton direttore di un importante studio condotto dal Loyola University Health System, negli Usa – Non solo, la combinazione di un maggior introito di potassio e un minor consumo di sodio sembra più efficace di interventi sui singoli elementi nel ridurre il rischio di malattie cardiovascolari”.

Alimenti ricchi di potassio, quali sono?

Fortunatamente gli alimenti ricchi di potassio sono moltissimi. Non possiamo che cominciare con la frutta ed in particolare banane, albicocche, agrumi, fichi, prugne, pesche, uva, kiwi ma anche le verdure a foglia verde, come asparagi, broccoli, carciofi, cavoli, spinaci, indivia, rucola, lattuga. Ricordiamo che sarebbe meglio consumare verdure crude per evitare che il potassio perda le sue proprietà. Ottime fonti di potassio anche le patate, la soia e i legumi, il pesce, i cereali integrali e la carne di pollo.

(continua a leggere su http://dieta.pourfemme.it/articolo/alimenti-ricchi-di-potassio-quali-sono-e-perche-fanno-bene/7041/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *