Prevenire Anemia e Stipsi con Amaranto

Questo “cereale alternativo” ideale per i celiaci è privo di glutine ma ricchissimo di ferro e fibre, si digerisce con molta facilità e non irrita il colon…

amaranto

L’amaranto è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Amarantacee ma viene comunemente considerato un cereale e come tale viene utilizzato in cucina. I suoi piccoli chicchi hanno un sapore dolce e gradevole e si prestano a svariate preparazioni. L’amaranto, originario del Centroamerica, è stato riscoperto negli ultimi decenni non solo per le sue numerose virtù salutari ma anche perché, a fronte dell’aumento delle persone celiache, non contenendo glutine diventa un alimento privilegiato nella dieta dei celiaci e delle persone con un intestino delicato e in convalescenza.

Ideale per bimbi, anziani e celiaci
Facilmente digeribile, l’amaranto è un alimento adatto a tutti ma in special modo, grazie al suo potere nutriente, ai bambini anche molto piccoli (ottima la sua farina per preparare le pappe), per adulti (soprattutto nei casi di stress, malattia, convalescenza) e per gli anziani che necessitano di un alimento completo e rimineralizzante. La sua farina, priva di glutine e più digeribile, è suggerita come primo alimento proteico.

Le sue principali virtù

– L’amaranto è ricco di proteine (16%) facilmente assimilabili e di minerali. Tra questi spiccano calcio, ferro, magnesio e fosforo. La percentuale di calcio è superiore a quella del latte: per questo è indicato in caso di osteoporosi.

– Il ferro, in quantità maggiore rispetto a quella contenuta negli spinaci, è soprattutto racchiuso nelle foglie dell’amaranto, da far lessare e da gustare come contorno.

– L’amaranto è ricco di lisina, un aminoacido essenziale ricostituente spesso carente negli altri cereali.

La zuppa di amaranto che tonifica la digestione
Con la cottura l’amaranto forma una sostanza gelatinosa ricca di mucillagini che funziona da addensante ed è un toccasana per l’intestino pigro. Nelle zuppe può essere abbinato a miglio o frumento, che aumenta la biodisponibilità delle sue proteine.

(Continua a leggere http://www.riza.it/dieta-e-salute/intolleranze/3993/l-amaranto-ti-difende-da-anemia-e-stipsi.html)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *