Glicemia sotto controllo con il gelso

Riequilibrando la secrezione di insulina, l’estratto di questo arbusto rigenera il pancreas e grazie ai flavonoidi abbassa pressione e colesterolo

metodi naturali per controllare glicemiaA soffrirne sono più di 170 milioni di persone al mondo: solo in Italia sono 3 milioni e molti non sanno di esserne affetti. Il diabete, in particolare quello di tipo 2, è una malattia metabolica ormai dilagante. Alla base del disturbo c’è l’eccessiva quantità di zucchero circolante nel sangue e un’alterata funzione del pancreas, l’organo che produce insulina, l’ormone in grado di regolare i livelli di glucosio. Accanto ai rimedi farmacologici fondamentali, un approccio del tutto naturale per regolarizzare la funzione del pancreas è rappresentato dall’assunzione dell’estratto di mora di gelso.

Normalizza i livelli di glucosio
Numerosi studi hanno dimostrato che gli estratti di Morus alba (appunto la mora di gelso) sarebbero un coadiuvante naturale nella cura del diabete di tipo 2 e sono capaci di ridurre l’appetito stabilizzando così il peso corporeo. In particolare il merito è del miglitolo, una molecola contenuta in grandi quantità nel frutto del gelso. Questa sostanza è capace di inibire degli enzimi, le glucosidasi, che normalmente servono per assorbire il glucosio. Così facendo la quantità di zucchero assorbito risulta minore e la glicemia può rimanere costante.

Il  merito è dei suoi antiossidanti
Anche se non si è affetti da disturbi specifici, l’estratto di gelso è estremamente utile come terapia preventiva nei confronti di svariati disturbi: la sua azione protettiva è dovuta al suo ricco contenuto di antiossidanti che, proteggendoli dall’invecchiamento, preserva l’integrità dei tessuti, liberandoli da scorie e radicali liberi.

Combatte l’ipertensione
Tra le tante virtù possedute dalla mora di gelso, di particolare importanza è quella anti ipertensiva. Ciò è dovuto alla presenza dei flavonoidi che, attraverso la loro potente attività antiossidante, contribuiscono a mantenere pulite le arterie grazie all’incremento del colesterolo buono (HDL).

È anticolesterolo
All’interno della mora sono contenuti i fitosteroli, molecole di origine vegetale che diminuiscono l’assorbimento di colesterolo a livello intestinale contribuendo a ridurre di circa il 15% la quantità del pericoloso grasso circolante nel sangue.

(continua a leggere su http://www.riza.it/benessere/sos-salute/4039/glicemia-sotto-controllo-con-il-gelso.html)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *