Coi Finocchi Assimili Meno Grassi

come assimilare meno grassiÈ difficile trovare tante virtù in un unico ortaggio: fa digerire, sgonfia, drena, sazia e riduce anche i “danni” degli altri cibi che mangi nello stesso pasto…

Tra i vari tipi di ortaggi presenti sulle nostre tavole praticamente tutto l’anno, il finocchio ha ben sei proprietà che lo rendono un efficace dimagrante naturale. Ecco quali sono.

Calorie minime
Con le sue 9 calorie per etto, il finocchio è in assoluto l’alimento a minor apporto energetico. In una ideale scala energetica compresa tra uno (1) e cento (100), il finocchio occupa il primo posto e l’olio (di qualunque tipo) con le sue 900 calorie per cento grammi occupa il centesimo posto.

Basso indice glicemico
È dovuto alla composizione dei finocchi, che contengono solo l’1% di zuccheri a fronte dell’1,2% di proteine e del 2,2% di fibre: mangiare finocchi, tra l’altro, aiuta anche a ridurre l’indice glicemico degli alimenti più ricchi di zuccheri assunti nello stesso pasto.

Potere saziante elevato
Per visualizzare il potere saziante dei finocchi rispetto all’olio è sufficiente pensare che un cucchiaio di olio (circa 100 kcal) corrisponde a 5-6 finocchi medi puliti, ossia a un peso di 1110 grammi (circa 100 kcal). Il senso di sazietà oltre che dal volume è determinato dalla consistenza che costringe a masticare (più lentamente si mastica, più aumenta il senso di sazietà) e dall’aroma intenso di anice (dovuto alla presenza di anetolo) che placa sia il desiderio di dolce che di salato.

Diuretico e depurativo
L’elevato contenuto di acqua (93,2%), l’abbondanza di potassio (394 mg in 100 g) che favorisce la diuresi, il trascurabile contenuto di sodio (4 mg in 100 g) che favorisce la ritenzione idrica, rendono il finocchio un diuretico naturale ad elevata vocazione depuratrice.

Regolarizza l’intestino
 Il finocchio contiene soprattutto fibre insolubili (svegliano l’intestino pigro favorendo il regolare allontanamento delle scorie) ma anche fibre solubili che rallentano l’assorbimento dei grassi e degli degli alimenti assunti nello stesso pasto).

Sgonfia la pancia
Grazie alla sua ricchezza di oli essenziali, il finocchio ha proprietà antispastiche e carminative poiché riduce la fermentazione intestinale.

Crudo o cotto, placa l’appetito
I finocchi sono ortaggi conosciuti in tutte le regioni d’Italia e possono essere consumati freschissimi da ottobre ad aprile-maggio. Tra le varietà più diffuse, ricordiamo le seguenti.

(Leggi l’articolo completo su http://www.riza.it/dieta-e-salute/cibo/4176/coi-finocchi-assimili-meno-grassi.html)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *