Crescione, il “Vaccino” di Aprile

Antianemico, antitumorale, antiallergico e disintossicante, il succo di questa pianta è una miniera di agenti protettivi contro i disturbi di primavera

proprietà terapeutiche crescioneGià nell’antichità Ippocrate e Dioscoride consigliavano l’uso del crescione per le infiammazioni bronchiali e, più in generale, i Greci ne facevano grande utilizzo in quanto sapevano bene che questa pianticella fosse in grado di rinforzarli e fortificarli. Oggi si ritiene che il crescione, che fiorisce in primavera e si trova nei corsi d’acqua limpidi, a lento scorrimento e poco profondi, sia un vegetale dalle grandi potenzialità terapeutiche e se ne studiano persino i possibili effetti anti cancro: una ricerca britannica dell’Università di Southampton mette luce la capacità di questa pianta di proteggere dalle neoplasie grazie al suo consistente contenuto di isotiocianati, sostanze naturali fitonutrienti che ostacolerebbero la crescita delle cellule tumorali.

Il segreto è nei suoi minerali e nelle sue vitamine
Il crescione ha molteplici effetti positivi sulla salute dell’uomo, tanto che un tempo veniva chiamato l’“insalata che guarisce”.

Grazie alle alte quantità di minerali che contiene, tra cui il silicio, ma anche ferro e calcio, migliora in generale la salute dei tessuti e garantisce un buon apporto vitaminico: vitamina C, soprattutto, ma anche alcune del gruppo B e vitamina A. Inoltre, se lo utilizziamo fresco (in quanto l’essiccazione e la cottura sopprimono i principi attivi presenti) possiamo sfruttarne al meglio le numerose proprietà.

Pestiamone le foglioline in un mortaio (o centrifughiamole) e otterremo:
- un ottimo detergente per le pelli grasse e impure. Il succo di crescione si può utilizzare al mattino o alla sera per pulire la pelle (vale la pena di provarlo prima su un angolo del viso se la pelle è iper sensibile).

– Uno shampoo per frizionare e lavare i capelli. Il succo di crescione può esser mescolato a dell’alcol a 90° (in pari quantità, 50 ml di succo + 50 ml di alcol) e va utilizzato 1-2 volte la settimana: vi ritroverete delle chiome luminosissime, folte ma leggere.

– In ultimo, sopratutto ad aprile masticate lentamente, le foglioline di questa piantina: sono utili per rinforzare le gengive e impedirne il sanguinamento.

Previene anche le allergie
Il succo di crescione appena centrifugato si può anche bere appena pronto la mattina a digiuno, nella dose di un cucchiaio da minestra al giorno per almeno 15-30 giorni. È un’ottima cura disintossicante e antianemica, ideale anche per contrastare le allergie di primavera.

(Continua a leggere su http://www.riza.it/benessere/sos-salute/4180/crescione-il-vaccino-d-aprile.html)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>