Sidro di Mele, Buono e Depurativo

Provalo al posto del vino: ricco di peptone e acido malico, riequilibra il ph dell’organismo accelerando l’espulsione delle scorie responsabili della ritenzione

sidro di mele depurativo peptone acido malicoPiù noto in Francia e in particolare in Bretagna, dove si produce fin dall’epoca romana, il sidro di mele sta diventano un drink diffuso anche da noi come aperitivo, alternativa al vino da pasto ma anche come integratore depurativo e dimagrante. In Italia le maggiori zone di produzione sono il Trentino e il Piemonte. Il sidro è una bevanda alcolica prodotta dalla spremitura (e dalla successiva fermentazione) di mele preferibilmente acidule, di taglia piccola e con elevato contenuto di tannini, come la renetta o altre varietà semispontanee, e può raggiungere dai 4 agli 8 gradi di gradazione alcolica; le mele vengono frantumate per mezzo di una mola, e poi fatte fermentare nei tini con formazione di anidride carbonica; dopo la torchiatura, il sidro viene messo in botti di legno (di solito di castagno) e poi travasato più volte; l’invecchiamento dura alcuni mesi.

Elimina le tossine acide e mantiene sodi i tessuti
Il sidro di mele è un ottimo riequilibratore del pH dell’intestino: infatti favorisce il transito e di conseguenza depura a fondo l’organismo dalle sostanze tossiche e acide, con un effetto sgonfiante subito apprezzabile. All’efficacia depurativa contribuisce anche l’altissimo contenuto di polifenoli, che stimolano la formazione di un enzima disintossicante, di fibre solubili e insolubili e dell’acido malico presente nella polpa e nella buccia delle mele; l’acido malico, fra l’altro, impedisce l’accumulo di acido urico e previene edemi, ritenzione idrica e cellulite. Per questo il sidro di mele è caldamente raccomandato come bevanda durante e soprattutto dopo la dieta, per scongiurare cedimenti e flaccidità che compaiono a seguito del dimagrimento.

(Leggi l’articolo compelto su http://www.riza.it/dieta-e-salute/mangiare-sano/4446/scopri-il-sidro-di-mele-buono-e-depurativo.html)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *