Category Archives: Ricette

Salsa Guacamole facilissima

Ingredienti:
1 avocado maturo
1 limone
1 cipollotto e 1 peperoncino spezzettato

Riducete in purea l’avocado.

Aggiungete limone  e sale. Poi il cipollotto tritato e il peperoncino.

Et voilà

Le Lenticchie sono un Legume Light ideale per la dieta Dimagrante

Le lenticchie devono essere alla base di tutte le diete sane ma anche dimagranti. Spesso quando si sta tentando di perdere peso si ha la sensazione non ci sia nulla di opportuno da mangiare: tutto è troppo calorico, ciò che invece è permesso, è saporito come il polistirolo, ecc. Bene, le lenticchie possono essere davvero la soluzione giusta al problema, perché hanno pochissime calorie ed è basso anche il livello di sodio. Ma non sono le uniche caratteristiche.

È un legume, quindi rappresenta un alimento proteico dalla capacità saziante ed è in grado di fornire un basso apporto glicemico, quindi non fa innalzare il livello di zuccheri nel sangue. Poi sono ricche di fibre (15 grammi per 200 grammi di prodotto). Come cucinarle? Potete fare dei contorni molto saporiti o semplicemente realizzare una zuppa. In questo caso vi lascio la ricetta.
 
Ingredienti: 500 gr di lenticchie secche (che vanno lasciate a bagno una notte), ½ carote, 1 cipolla, 1 po’ di pomodoro, olio evo, sale e pepe.
 
Preparazione: tagliate tutti gli ingredienti per il soffritto, lo fare appassire in pentola con un cucchiaio d’olio (pochissimo), poi aggiungete le lenticchie e un cucchiaio di passata. Ora versate dell’acqua calda, salate e fate cuocere un’ora. Quando vi sembra pronta aggiunte un po’ di prezzemolo o erba cipollina, come decorazione, il pepe e un filo d’olio a crudo. (fonte /dieta.pourfemme.it)

Muffin alle verdure: gluten-free e con i semi di Chia.

Oggi vi posto una nuova ricetta della nostra amica Monica.
 
Questa ricetta è una personale modifica della ricetta di Natalia i suoi “Bocconcini di primavera” li ho fatti così tante volte e sempre con molto successo, che ormai sono uno dei piatti forti della mia cucina con le verdure.
Inizialmente li ho provati per nascondere le verdure alle mie figlie, poi le verdure sono diventate una costante dei nostri pranzi e non serve più nasconderle ma questi muffin sono sempre ottimi e conquistano anche gli amichetti!
Li ho fatti monoporzione come consigliato da Natalia, ma anche in uno stampo unico (allungando i tempi di cottura) nei momenti in cui avevo fretta e non mi andava di riempire due teglie di muffin, li ho fatti con i piselli, come la ricetta originale ma anche con tante altre verdure…
Oggi vi propongo una variante che, come al solito, non è dettata dalla mia vena artistica o dalle mie capacità da gourmet, ma semplicemente da quello che avevo nel frigo e nella dispensa.
Un avanzo di farina per celiaci, troppo poca per farci una torta, ma sufficiente per questi muffin e allora facciamoli gluten-free questa volta!
Inoltre da un po’ stavo pensando a come utilizzare i semi di Chia per fare dei muffin, in rete si parla sempre di macinarli e aggiungerli alla farina, ma io non ho un macina caffè.
Quindi mi son detta, a vederli assomigliano molto ai semi di lino, con il pane li ho usati come se fossero semi di lino… perché non farlo anche con questi muffin?
Così ho sparso un po’ di semi negli stampini al silicone e un po’ anche sull’impasto.

Ingredienti:

4 zucchine piccole
1 carota media
1 porro piccolo
180gr di farina senza glutine
1 bustina di lievito per torte salate
120ml di latte
80ml di olio EVO
3 uova
una grattugiata di parmigiano (30gr circa, a me non piace molto il gusto del formaggio)
sale, pepe, paprica dolce
semi di Chia

Tagliate la verdura a pezzettini o a rondelle, a seconda di quanto volete nasconderle ai vostri commensali… nel caso i piccoli detective avessero il radar per le cose verdi, suggerisco di togliere la buccia alle zucchine usando un pelapatate.
Questa volta per cuocere le verdure ho usato la mia favolosa pentola AMC, con un cucchiaio d’acqua un pizzico di sale e il coperchio chiuso… altrimenti potete stufare i porri con 2 cucchiai d’olio epoi aggiungere le verdure e terminare di cuocere.
Nel frattempo, in una ciotola unite uova, formaggio, olio e latte, sale pepe e paprica dolce e amalgamate bene con la frusta.
In un altra ciotola miscelate la farina con il lievito e quando le verdure saranno cotte aggiungetele alla miscela.
Unite i due composti e mescolate bene per amalgamare.
Cospargete il fondo delle formine da muffin (o in uno stampo unico) con i semi di Chia e versate l’impasto che poi spolverizzerete ancora con un po’ di semi: cuocete in forno a 180°C per circa 15 minuti (40 per lo stampo unico).

Tahini, Salsa ai Semi di Sesamo

Ci sono note le proprietà dei semi di sesamo ma poco nota è una preparazione che si fa proprio con il sesamo e che offre anch’essa utili benefici alla nostra alimentazione. Solo in apparenza elaborata, in verità assai sana, si chiama tahini ed è una salsa ma molto più di una salsa, spesso utilizzata nella dieta vegetariana. Si prepara miscelando semi di sesamo e olio d’oliva e si usa per accompagnare pane, crostini, focacce e verdure, per esempio all’aperitivo.

L’apporto nutrizionale è molto prezioso, perché ricco di vitamine, specialmente del gruppo B, ma anche di minerali come ferro, calcio, magnesio, fosforo, zinco. Contiene anche una buona quantità di proteine vegetali di alta qualità ma soprattutto è una ricchissima fonte di acidi grassi essenziali, in particolare acidi oleico e linoleico che aiutano a regolare i livelli di colesterolo. Di più: contiene anche una buona quantità di antiossidanti, come il sesamolo, e si digerisce molto più facilmente rispetto ad altri tipi di salsa a base di burro o maionese. (fonte www.benessereblog.it/)

Pane Dolce ai Semi di CHIA

Ed ecco un’altra deliziosa ricetta di Monica:

pane dolce ai semi di chia

Avevo già utilizzato i semi di Chia per fare un budino senza farina né uova.
Questa volta invece ho voluto provare a produrre un pane per la prima colazione, utilizzando la mia macchina del pane.
Ingredienti:

140 gr di acqua
20 gr di olio
230 gr di farina “0″
70 gr di farina di segale
2 cucchiai di miele
1 cucchiaino di sale
1/3 di cubetto di lievito di birra fresco
80 gr di semi di Chia

Inserire gli ingredienti nell’ordine scritto nel cestello della MdP e avviare programma Base, crosta Media, peso 750gr.
Al primo segnale acustico inserire i semi di Chia.

 

Ricetta per un pane leggero

A proposito di dieta senza muco ecco una ricetta di un pane che crea poco muco.

Mescola della farina integrale di frumento con delle carote grattugiate, metà e metà, aggiungi acqua sufficiente a formare l’impasto, aggiungi delle mele grattugiate e una manciata di noci macinate e, se vuoi anche dell’uvetta. Cuoci bene lentamente nel forno l’impasto così preparato. Il momento migliore per mangiarlo è due o tre giorni dopo la cottura oppure tagliato a fette e ben tostato.

Piadina ai Semi di Chia

Ancora una semplice ricetta con i semi di CHIA questa volta postata da ChiaSeedEurope.

LA PIADINA AI SEMI DI CHIA
SENZA LIEVITO, SENZA BICARBONATO, SENZA STRUTTO!

Sfruttiamo le proprietà dei semi di Chia, per ottenere una piadina gustosa e fragrante, senza aggiunta di grasso animale ne bicarbonato o lievito chimico.

Tra l’ altro la piadina così prodotta è Vegetariana e anche Vegana! Naturalmente ricca di omega 3!

La piadina dopo la cottura, rimane comunque morbida e friabile, come una piadina normale. Non si indurisce nemmeno dopo 6 ore. Provare per credere!

INGREDIENTI (4 Piade grandi o 6 Piade medie):

Farina di grano tenero: 500g
Farina di Semi di Chia: 50-75g (Semi di Chia BioChia Tritati nel macina caffè)
Sale: 5-10g
Acqua: 200 – 250 ml


NOTA SULLA FARINA DI SEMI DI CHIA
Per questa ricetta, abbiamo utilizzato un campione da valutare di farina di semi di Chia commerciale.
Il prezzo di tale prodotto è esagerato (NON abbiamo intenzione di commercializzarlo per questo motivo), ma possiamo dirvi con tranquillità, che NON ci sono apprezzabili differenze tra la farina di semi di Chia commerciale e i semini BioChia tritati in un comunissimo macinacaffè a lame (si trovano a circa 10€ presso un qualunque grande magazzino di articoli per la casa).

Procedimento:

Pesate gli ingredienti e versateli in un capiente recipiente oppure sulla spianatoia in base alle vostre abitudini.

 

Semi di  Chia: in questa ricetta il sapore dei semi di Chia è molto presente. Noi abbiamo utilizzato 75g, ma consiglio di provare con 50g , in quanto la piadina tende a diventare piu dolce che salata.

Sale: noi abbiamo utilizzato 5g di sale, in quanto prediligiamo una dieta IpoSodica amica del Cuore, ma anche questo influenza il sapore finale della piadina. Se la preferite più salata utilizzate 10g.

Aggiungete acqua un poco per volta, vedrete fin da subito che l’ impasto richiederà molta più acqua di quella richiesta da una piada normale, a causa della proprietà idrofoba dei semi di Chia.

Lavorate bene l’ impasto fino ad ottenere una palla molto elastica, non troppo morbida o bagnata.

Lasciate riposare 10-15 minuti l’ impasto, sotto un canovaccio umido.

Accendete la piastra o il “testo”  (ghisa – alluminio) che dovrà essere ben caldo per la cottura delle nostre piade.

Se non avete ne piastra ne testo, credo sia possibile provare a cuocere le piadine in una padella antiaderente in Ceramica, ma non è stato provato ancora!

Suddividete la palla in 4 o 6 palline piu piccole e iniziate a stenderle.

Si stenderanno molto facilmente, in quanto l’ impasto risulta perfettamente elastico ma allo stesso tempo lavorabile!

ATTENZIONE: stendetele molto molto sottili! Queste piadine tendono a crescere molto durante la cottura!

Cuocete le piadine sulla piastra, bucherellate la superficie con una forchetta e appiattite le eventuali bolle.
Noterete che le piadine impiegheranno un tempo quasi doppio di cottura rispetto alle piadine normali, questo è normale esse contengono molta piu acqua.

Cuocete un lato fino ad ottenere una superficie totalmente biancastra e con chiazze arancioni. (Chiazze scure indicano zone ancora umide e non cotte). Poi voltate l’ altro lato e terminate la cottura.

Le piadine, sono buone anche così da sole, ma si prestano bene ad essere farcite con formaggio e verdure (sono leggermente dolciastre)… altri condimenti non sono ancora stati provati! Aspettiamo vostri commenti e suggerimenti!

Buon Appetito!

AR
http://shopfair.eu/

Budino con i Semi di Chia

Leggo dal sito di Monica e riproduco di seguito una gradevolissima ricetta!!!

Ho scoperto che i semi di CHIA sono molto nutrienti e contengono oli omega 3, proteine facilmente digeribili e antiossidanti e che  erano considerati come la razione base di sopravvivenza dei guerrieri Aztechi. 

Ho potuto provarli grazie a ChiaSeedEurope che me ne ha inviati un campione.
Avendo questi semi una capacità addensante, assorbendo liquido diventano gelatinosi, ho pensato che potessero essere usati per creare delle creme o dei budini senza l’uso di farine  e uova.

ingredienti:
250gr di latte tiepido
1 cucchiaio di cacao amaro
1 cucchiaio di miele ( o altro dolcificante a piacere)
4 cucchiai di semi di Chia

Sciogliere il cacao amaro in poco latte tiepido in modo da scioglierlo senza creare grumi.
Aggiungere il restante latte e dolcificare.
A questo punto aggiungere i semi di Chia, mescolare e lasciar riposare per 1 ora.

Mescolare ancora e frullare brevemente per amalgamare meglio il tutto.
Versare in coppette singole e servire, se non viene mangiato subito, conservare in frigo.

I semini non spariscono del tutto, si vedono e si percepiscono leggermente mangiando il budino ma mia figlia non ha protestato, ha detto che è buono comunque.
Secondo me facendolo alla vaniglia, magari usando latte di riso, si può ottenere una crema da mettere su una crostata di frutta fresca.
Prossimamente proverà altre ricette, ho letto in rete che si possono anche macinare i semi e unirli alla farina per farne dei biscotti… I’ll let you know!

Frullato di Uva e Melone

Il frullato di uva e melone è un ottimo integratore per l’estate, ricca di frutti rinfrescanti e gustosi proprio come il melone e la prima uva bianca. Un eccezionale mix in grado di eliminare le scorie e di ricaricare le energie.

Il melone o cocomero, come dir si voglia, è un frutto ricco di acqua e di vitamine, A (sotto forma di carotenoidi), C, preziose alleate della nostra pelle, perché rallentano i processi di invecchiamento cellulare, e aiutano a drenare le tossine, la causa numero 1 della tanto temuta cellulite. Il melone, inoltre, è una miniera di sali minerali quali potassio, ferro e manganese, particolarmente utili in questo periodo dell’anno, quando a causa dell’eccessiva calura siamo a rischio disidratazione. E’ un frutto indicato anche per chi è a dieta, visto il suo bassissimo apporto calorico (33 calorie per 100 grammi di polpa).

Anche l’uva è una buona fonte di potassio, calcio, con un buon contenuto di vitamine. Questo frutto è ricco di zuccheri, soprattutto fruttosio e glucosio, perciò è sconsigliato per i soggetti diabetici e per chi è a dieta va mangiata con moderazione. L’uva è estremamente digeribile, e svolge anche un’azione diuretica, in modo particolare quella bianca. E’ inutile dire che è ricca di antiossidanti, ed è molto rinfrescante.

Dopo aver eliminato i semi, centrifugate 200 g di uva bianca di provenienza biologica. Mettete nel mixer 200 g di melone maturo a dadini, aggiungete il succo d’uva e frullate il tutto finché non ottenete un composto schiumoso. Servite freddo e gustalo per tutto il mese 2 volte al giorno, lontano dai pasti.

Inoltre, se aggiungete al frullato di uva e melone, 20-30 gocce di tintura madre di meliloto, che potete facilmente acquistare in erboristeria, favorirete la digestione. Questa pianta dai fiori gialli, infatti, è un buon tonico digestivo e placa anche la cefalea e l’insonnia. (fonte www.dietaland.com)

Il Crumble ai Frutti di Bosco e Ciliegie

Si tratta di un dessert davvero speciale, perché costituto da una crosta croccante che nasconde un goloso e morbido ripieno.

Ingredienti:

  • 300 g di ciliegie e frutti di bosco
  • 60 g di zucchero (anche di canna)
  • 90 g di farina 00 (o anche integrale)
  • un po’  di burro
  • 1 pizzico di cannella in polvere (facoltativa)

Lavere bene la frutta e togliere il nocciolo alle cicliegie. Imburrate gli stampini o la teglia e metteteci la frutta, spolverizzandola di zucchero.
 
A parte, in una ciotola, versate la farina e unitevi lo zucchero rimasto e un po’ di burro e la cannella. Mescolate velocemente, la consistenza dell’impasto deve essere non omogenea, come di biscotti sbriciolati. Coprite la frutta con questo composto e mettete in forno già caldo a 180°.
 
Fate cuocere per circa mezz’ora, finché non si formerà una bella crosticina dorata. Sfornate, lasciate intiepidire e servite.