Tag Archives: broccoli

Le Proprietà Segrete dei Broccoli

Secondo i risultati di autorevoli ricerche, questi ortaggi contengono una sostanza in grado di aiutare a prevenire le degenerazioni cellulari e quindi i tumori.

proprietà dei broccoliFrutta e verdura, se di stagione, sono più sicure, saporite ma soprattutto conservano integre le loro proprietà curative. Tra i vegetali invernali più salutari ci sono i broccoli, appartenenti alla famiglia delle Crucifere, ricchi di principi attivi antiossidanti e antitumorali; fra questi spiccano i glucosinolati, che inibiscono l’attività delle sostanze responsabili delle mutazioni del Dna dei tessuti. Tra gli studi dedicati a questi ortaggi, spicca una recente ricerca coordinata da Marisa Porrini, nutrizionista dell’Università degli Studi di Milano, pubblicata sulla rivista scientifica Nutrition and Cancer: sono bastati 10 giorni di dieta con 200 g di broccoli al giorno, infatti, per registrare, nei soggetti coinvolti, un miglioramento nei parametri di danno ossidativo a livello cellulare.

Sono persino…antismog!
Il consumo regolare di broccoli (foglie e gambo) non troppo cotti previene il danno organico procurato dall’esposizione all’inquinamento.

Che cosa fare in pratica
Consuma 3 porzioni alla settimana di ortaggi appartenenti alle Crocifere (broccoli ma anche cavoli, verze, rape): ti garantiscono una potente protezione dallo stress ossidativo responsabile di invecchiamento e deterioramento cellulare.

Abbina i broccoli alla soia per un’insalata antiossidante

(Continua a leggere su http://www.riza.it/dieta-e-salute/mangiare-sano/4122/le-virtu-segrete-dei-broccoli.html)

Broccoli: uno Scudo per il Freddo che Verrà

Si mangiano per intero, gambo compreso e ci offrono sali, vitamine, fibre e antisossidanti che aiutano persino contro i tumori, come affermano diverse ricerche

rimedi naturali per il freddoI broccoli (ortaggi della famiglia delle Crucifere) sono indicati per disintossicare e rinforzare l’organismo, nei giorni del cambio di stagione ha bisogno di trovare “nuova linfa” per affrontare freddo e virus con la giusta energia. Dei broccoli si consuma anche il gambo (previa cottura al vapore): qui si trovano le sostanze che migliorano la risposta immunitaria e possono neutralizzare anche le cellule cancerogene, come hanno confermato qualche tempo fa le ricerche condotte alla Johns Hopkins University School of Medicine, alla Bloomberg School of Public Health e al Qidong Liver Cancer Institute di Jiangsu, vicino a Shanghai. A un centinaio di persone è stato fatto bere per 2 settimane un centrifugato di broccoli interi e un altro gruppo ha assunto un beverone-placebo; alla fine della ricerca, l’analisi delle urine ha rivelato che nel primo gruppo le sostanze cancerogene erano sparite. Il merito è dei sulforafani e dei glucosinolati, due antiossidanti che stimolano l’organismo a produrre enzimi che bloccano l’insorgenza dei tumori.

Una miniera di calcio che fa bene alle ossa

I broccoli contengono 178 mg di calcio per etto di prodotto e, se si pensa che un adulto sano dovrebbe consumare circa 7-800 mg di calcio al giorno, si può ben comprendere come i broccoli si rivelino un alimento prezioso a tale scopo. Inoltre i broccoli sono ricchi di boro, un minerale che trattiene il calcio nelle ossa e contribuisce alla sua fissazione: ecco perché questi ortaggi sono preziosi per prevenire l’osteoporosi, i dolori articolari e quelli cervicali, oltre ad essere indicati per i ragazzi in crescita e le donne in menopausa.

Tolgono anche le infiammazioni

I broccoli sono ricchissimi di vitamina A, B1, B2 e C, calcio, ferro, fosforo, potassio, sostanze che alzano uno scudo protettivo su tutto l’organismo. I broccoli svolgono un’azione preventiva nei confronti delle malattie degenerative del cervello e sono antifiammatori: ecco perché consumare broccoli ci mette al riparo da virus ed influenze. Il tutto, a sole 27 calorie l’etto!

(Continua a leggere http://www.riza.it/dieta-e-salute/cibo/3953/broccoli-uno-scudo-per-il-freddo-che-verra.html)

I Broccoli Proteggono le Ossa

i broccoli proteggono le ossaI broccoli proteggono le ossa: questo è il risultato di una ricerca condotta da alcuni ricercatori dell’University of East Anglia, in Gran Bretagna che hanno condotto uno studio in laboratorio su cavie animali e che stanno per iniziare anche la sperimentazione umana.

Le prove sui topi hanno dimostrato che i broccoli ma anche cavolfiori e cavoletti di Bruxelles possono bloccare un enzima che danneggia la cartilagine ed il merito sempre secondo questi ricercatori è da attribuire al sulforafano, una sostanza di cui i broccoli sono molto ricchi.

(Continua a leggere su http://www.mondobenessereblog.com/2013/08/31/broccoli-proteggono-ossa/)

Proprietà dei Broccoli – Perchè fanno bene ?

proprietà dei broccoliI broccoli appartengono alla famiglia delle crocifere, di cui fanno parte anche i cavoli, la verza, i broccoletti e il cavolfiore. Sono tipici della stagione invernale, ma si trovano quasi tutto l’anno, sebbene a prezzi maggiorati. I broccoli sono una vera miniera di sostanze benefiche e sono alleati preziosi di intestino, sistema immunitario, occhi, ossa, apparato respiratorio e circolatorio.

Broccoli: calorie e valori nutrizionali

  • Calorie: 34 kcal
  • Grassi: 0.37 g
  • Carboidrati: 6.64 g
  • Proteine: 2.82 g
  • Fibre: 2.6 g
  • Zuccheri: 1.7 g
  • Acqua: 89.3 g
  • Amido: 0 g
  • Ceneri: 0.87 g

Minerali

  • Calcio: 47 mg
  • Sodio: 33 mg
  • Fosforo: 66 mg
  • Potassio: 316 mg
  • Ferro: 0.73 mg
  • Magnesio: 21 mg
  • Zinco: 0.41 mg
  • Rame: 0.049 mg
  • Manganese: 0.21 mg
  • Selenio: 2.5 mcg

Vitamine

  • Vitamina A, IU: 623 IU
  • Betaina: 0.1 mg
  • Vitamina A, RAE: 31 mcg_RAE
  • Tiamina (Vit. B1): 0.071 mg
  • Riboflavina (Vit. B2): 0.117 mg
  • Niacina (Vit. B3): 0.639 mg
  • Acido Pantotenico (Vit. B5): 0.573 mg
  • Piridossina (Vit. B6): 0.175 mg
  • Folato alimentare: 63 mcg
  • Folato, DFE: 63 mcg_DFE
  • Folati, totali: 63 mcg
  • Acido ascorbico (Vit. C): 89.2 mg
  • Alpha-tocoferolo (Vit. E): 0.78 mg
  • Fillochinone (Vit. K): 101.6 mcg
  • Colina totale (Vit. J): 18.7 mg
  • Carotene, beta: 361 mcg
  • Carotene, alfa: 25 mcg
  • Criptoxantina, beta: 1 mcg
  • Luteina + zeaxantina: 1403 mcg
  • Tocoferolo beta: 0.01 mg
  • Tocoferolo gamma: 0.17 mg

Grassi

  • Acidi grassi, monoinsaturi: 0.011 g
  • Acidi grassi, polinsaturi: 0.038 g
  • Acidi grassi, saturi: 0.039 g
  • Colesterolo: 0 mg

Amminoacidi

  • Acido aspartico: 0.325 g
  • Acido glutammico: 0.542 g
  • Alanina: 0.104 g
  • Arginina: 0.191 g
  • Cisteina: 0.028 g
  • Fenilalanina: 0.117 g
  • Glicina: 0.089 g
  • Isoleucina: 0.079 g
  • Istidina: 0.059 g
  • Leucina: 0.129 g
  • Lisina: 0.135 g
  • Metionina: 0.038 g
  • Prolina: 0.11 g
  • Serina: 0.121 g
  • Tirosina: 0.05 g
  • Treonina: 0.088 g
  • Triptofano: 0.033 g
  • Valina: 0.125 g

Broccoli: proprietà benefiche

I broccoli sono ortaggi preziosi, ricchi di Sali minerali, soprattutto di potassio, fosforo, calcio e sodio. In discrete quantità contengono anche la vitamina C. I broccoli si sono guadagnati la fama di antitumorali grazie ad una sostanza in essi contenuta, il sulforafano, in grado di prevenire la crescita delle cellule cancerogene. Inoltre, svolge un’azione protettiva contro i tumori intestinali, del seno e polmonari.

(leggi l’articolo completo su http://www.dietaland.com/perche-broccoli-fanno-bene/23348/)

I Broccoli alleati della Tintarella

È un estratto ricavato dai germogli di broccoli che può proteggere la pelle dai raggi UV dannosi e, secondo un nuovo studio su modello animale, ridurre del 25% la probabilità di sviluppare i tumori della pelle, consentendo una abbronzatura più serena.

I ricercatori della Johns Hopkins University hanno presentato sulla rivista “Photochemistry & Photobiological Sciences” i risultati di questo studio condotto sui topi in cui si suggerisce come un’assunzione di estratto di broccoli per 13 settimane abbia protetto gli animali dall’insorgere del cancro alla cute.
In più, i topi che già presentavano un tumore hanno visto una riduzione della massa tumorale del 70%. I broccoli, così come le altre verdure appartenenti alla famiglia delle crucifere, quali cavolfiori, cavoli e cavoletti di Bruxelles, sono noti per i loro componenti antiossidanti e anticancerogeni. Tra questi vi sono i glucosinolati, composti glucosidici contenenti zolfo. L’organismo metabolizza queste sostanze e le trasforma in isotiocianati come, per esempio, il sulforafano.
Già precedenti studi hanno indicato come i germogli di broccoli fossero attivi contro l’ipertensione arteriosa, o l’ulcera provocata dall’Helicobacter Pilory. In questo studio i ricercatori hanno esposto i topi senza pelo ai raggi UV per 17 settimane. Dopodiché sono stati suddivisi in due gruppi. Al primo gruppo è stato somministrato l’estratto di germogli di broccoli e al secondo gruppo nulla. Al termine del test, durato 13 settimane, i risultati sono stati evidenti: una riduzione significativa della massa tumorale nei topi affetti e una riduzione dell’incidenza del cancro.
Ulteriori studi a conferma dell’efficacia dell’estratto di germogli di broccoli sull’uomo saranno necessari. Se confermati, si possono aprire nuove strade per la prevenzione e la cura del cancro alla pelle come, per esempio, il temuto melanoma.  (fonte www.altrasalute.it)

Mele e Broccoli proteggono il colon

Mele e spinaci prevengono il cancro al colon distale, broccoli e cavolfiori al colon prossimale, mentre un consumo eccessivo di succo di frutta aumenta il rischio di tumore al colon retto: ogni tratto dell’intestino reagisce in modo diverso all’introito di frutta e verdura.

Ad affermarlo, in uno studio pubblicato sul Journal of the American Dietetic Association, sono i ricercatori del Western Australian Institute for Medical Research di Perth (Australia). La ricerca, condotta su 1939 partecipanti – di cui 918 erano affetti da tumore al colon – ha dimostrato che il consumo di brassicacee (come cavoletti di Bruxelles, cavoli, cavolfiori e broccoli) è collegato a una minore incidenza di tumore del colon prossimale, l’assunzione di mele e verdure a foglia scura (come spinaci e verza) riduce il rischio di cancro al distale e, infine, che bere troppo succo di frutta aumenta il pericolo di sviluppare il tumore colon retto. (fonte /www.freshplaza.it/n)

Broccoli, Cavoli e Mele contro il Freddo

E grazie allo straordinario calendario della natura, gli alimenti più indicati per resistere all’«era glaciale» si trovano proprio tra i frutti e le verdure di stagione. «Broccoli e cavoli sono ricchi di vitamine antiossidanti e nutrienti detossificanti, e anche la frutta invernale, come arance e kiwi, è ricca di vitamina C – aggiunge il dott. Ongaro – un ruolo fondamentale lo hanno le mele, che contengono la quercitina, elemento in grado di aiutare il sistema immunitario che è un blando antistaminico e che aiuta nelle sinusiti. È presente soprattutto nella buccia, e quindi le mele andrebbero sempre mangiate senza essere pelate. Per avere fibre, proteine ed energia a sufficienza consiglio infine una dieta abbondante di pasta integrale con legumi».  (fonte www3.lastampa.it)

Respirare meglio grazie ai Broccoli

Broccoli contro le malattie respiratorie croniche. In estrema sintesi, è questo il risultato di uno studio condotto dalla Johns Hopkins University di Baltimora (Maryland, Usa) e apparso sulla rivista The Journal of Clinical Investigation.

A conferire a tutte le crucifere (cavoli, broccoli, rucola e simili) questa proprietà benefica sarebbe il sulforafano, una piccola molecola organica in esse contenuta, che sembra rendere più efficaci i farmaci utilizzati per il trattamento delle infiammazioni polmonari dovute a bronco-pneumopatia cronica ostruttiva (Bpco).

“Causata soprattutto dal fumo delle sigarette, la Bpco è attualmente uno dei più diffusi problemi di salute a livello mondiale”, spiegano i ricercatori nello studio. Si tratta di una patologia delle vie aeree caratterizzata da bronchite cronica, che riduce progressivamente la funzionalità dell’organo respiratorio. È provocata dalla distruzione delle cellule del polmone, alla quale si aggiunge un’infiammazione persistente dei tessuti. Infiammazione che, a sua volta, per via della ridotta attività di un enzima cellulare, Hdac2, coinvolto nella risposta antinfiammatoria, non si riesce a tenere sotto controllo con i comuni farmaci antinfiammatori steroidei (corticosteroidi).

Nello studio, i ricercatori hanno indagato la resistenza a questi farmaci nei pazienti affetti da Bpco e in alcuni topi che, essendo stati esposti a fumo di sigaretta, mostravano sintomi analoghi a quelli dei malati. In entrambi i casi sono stati utilizzati macrofagi alveolari (cellule coinvolte nella risposta immunitaria dell’organismo) e altre cellule dei tessuti polmonari per capire se e in che modo si potessero ripristinare le funzioni enzimatiche e la risposta ai corticosteroidi. I risultati hanno indicato che il sulforafano, attivando un’altra proteina (la Nrf2), migliora la funzionalità dell’enzima Hdac2 e, di conseguenza, rende le cellule dei pazienti più sensibili all’azione dai corticosteroidi.

“Questa scoperta ha un importante significato nello sviluppo di nuove terapie per la bronco-pneumopatia e le altre patologie polmonari”, dicono i ricercatori. Si potrebbe pensare, infatti, di utilizzare questa molecola di origine vegetale in concomitanza con i farmaci steroidei per aumentarne la capacità antinfiammatoria nel trattamento della Bpco.  (fonte www.freshplaza.it)

I Broccoli rinforzano il sistema Immunitario

Broccoli, rape e verdure simili aiutano il funzionamento del sistema immunitario. Lo ha dimostrato una ricerca pubblicata da Cell, coordinata da Marc Veldhoen del Babraham Institute di Cambridge (Regno Unito).

Secondo i risultati ottenuti una molecola contenuta nei vegetali della famiglia delle crucifere garantisce il corretto funzionamento di una classe di cellule del sistema immunitario presenti nell’intestino e nella pelle – i linfociti intraepiteliali – che costituiscono una prima linea di difesa per l’organismo e che partecipano alla riparazione delle ferite.

La ricerca non solo conferma l’importanza del consumo di broccoli e simili nella dieta delle persone sane, ma suggerisce anche l’effetto protettivo di questi vegetali nel caso di pazienti che soffrono di malattie infiammatorie dell’intestino. (fonte www.freshplaza.it)

Broccoli e Cavolfiori sono alleati della linea, ma bisogna fare attenzione al tipo di cottura

Tra le verdure invernali più buone e più salutari, ci sono i broccoli. Secondo la ricerca del Linus Pauling Institute di Corvallis (Usa), però, perché facciano davvero bene le crucifere devono essere consumate crude. Gli esperti, infatti, sostengono che la chiave di tutto sia la mirosinasi, un enzima contenuto nei broccoli che converte i principi attivi presenti nei vegetali in molecole con proprietà antitumorali. Questo enzima si trova soprattutto nella verdura cruda o comunque poco cotta.

Se viene a mancare questo elemento, l’organismo assume quantità da cinque a otto volte inferiori delle sostanze anticancro. Insomma, per essere sicuri che le proprietà di queste verdure siano sfruttate dal nostro corpo la regola deve essere questa. A questo punto vi consiglio una leggera cottura al vapore o al massimo farle saltare un paio di minuti in padella o in wok. (fonte /dieta.pourfemme.it)