Tag Archives: capelli

La dieta per rinforzare unghie e capelli naturalmente

L’alimentazione può essere un’alleata da non sottovalutare, anche quando si tratta di unghie e capelli, che risentono molto lo stato di salute dell’intero organismo. L’insufficienza o la carenza di alcuni elementi nutritivi, infatti, si riflette sul loro aspetto, rendendo le unghie e i capelli fragili. Vediamo insieme la dieta da seguire per rimediare!

 Come rinforzare le unghie naturalmente

dieta per rinforzare le unghieLa carenza della vitamina A e del calcio sono i principali responsabili delle unghie fragili, ma ci sono anche altri segnali a cui prestare attenzione come ad esempio la presenza di linee verticali, che indica la mancanza o l’insufficienza di ferro o la comparsa di macchioline bianche e/o scure che denota la carenza di vitamina B6 e B12. Anche quando le unghie crescono troppo lentamente può essere sintomatico di una carenza, quasi sicuramente di zolfo, ferro e calcio.

Per rinforzare le unghie naturalmente è importante introdurre nella propria dieta alimenti ricchi di:

Calcio: il fabbisogno giornaliero per gli adulti è di circa 800 mg/die. Gli alimenti più ricchi di calcio sono:

  • Latte vaccino
  • Derivati del latte (Grana, Parmigiano, Emmenthal, groviera, fontina, caciocavallo, provolone, percorino, formaggio molle da tavola, crescenza, brie, ecc.)
  • Alici
  • Polpo
  • Rucola
  • Soia
  • Mandorle
  • Spinaci
  • Broccoli
  • Cicoria
  • Fichi secchi
  • Salvia
  • Acqua
  • Basilico
  • Lievito per prodotti da forno
  • Semi di sesamo

Ferro: il fabbisogno giornaliero di ferro è di 18 mg per la donna e 14 mg per l’uomo. Gli alimenti più ricchi di questo minerale sono:

  • Fegato bovino
  • Fagiano
  • Lepre
  • Vongole
  • Rana
  • Ostriche
  • Cozze
  • Cuore di bovino
  • Spigola
  • Cavallo
  • Cacao amaro
  • Fagioli secchi
  • Lenticchie
  • Ceci secchi
  • Cioccolato fondente
  • Prugne secche
  • Arachidi tostate
  • Nocciole
  • Fighi secchi
  • Mandorle secche (sgusciate)
  • Spinaci

Per favorire l’assorbimento intestinale del ferro si consiglia di associare il consumo di cibi ricchi di vitamina C. La biodisponibilità (la percentuale effettiva di ferro che il nostro organismo riesce ad assorbire ed utilizzare) ne risulta aumentata in combinazione con l’acido ascorbico.

Zolfo, silicio e zinco: sono essenziali per la crescita delle unghie e per rinforzare la struttura. Gli alimenti più ricchi di questi minerali sono:

  • Cereali integrali
  • Broccoli
  • Pesce
  • Cipolla
  • Aglio
  • Germe di grano
  • Latticini
  • Uova
  • Legumi
  • Riso integrale

Acidi Omega 3: i cibi più ricchi di questi acidi grassi essenziali sono:

  • Salmone
  • Sgombro
  • Sardine sott’olio
  • Trota
  • Branzino (spigola)
  • Cozze
  • Tonno bianco (in scatola, al naturale)
  • Calamari
  • Platessa
  • Salmone affumicato
  • Granchio
  • Olio di fegato di merluzzo
  • Uova
  • Semi e olio di lino
  • Noci
  • Germe di grano e germe di avena
  • Vegetali a foglia verde
  • Soia e derivati della soia (tofu, tempeh, latte di soia, germogli di soia, ecc.)
  • Alghe

Vitamina A, C, D, E, H (o biotina): frutta e verdura in genere sono una vera miniera di queste importantissime vitamine, fatta eccezione per la biotina che è contenuta soprattutto negli alimenti di origine animale.

Come rinforzare i capelli naturalmente

dieta per rinforzare i capelliCome le unghie anche i capelli, per crescere sani e forti hanno bisogno di vitamine e Sali minerali, quali la biotina (o vitamina H), le vitamine del gruppo B, l’inositolo e le vitamine A, C ed E.

Biotina: questa vitamina produce cheratina, ovvero la sostanza di cui capelli sono costituiti per il 65-95%. La dose giornaliera consigliata: dai 150 ai 300 mcg. Le fonti alimentari sono:

  • Lievito di birra
  • Cereali integrali
  • Tuorlo d’uovo
  • Fegato
  • Riso
  • Latte

Inositolo: mantiene i follicoli dei capelli sani a livello cellulare. Il fabbisogno giornaliero consigliato è fino a 600 mg. Gli alimenti più ricchi di questa vitamina sono:

  • Cereali integrali
  • Lievito di birra
  • Fegato
  • Agrumi

Vitamine del gruppo B (B3, B5, B6, B12) sono fondamentali per la salute dei capelli, ma anche della pelle. Sono presenti soprattutto negli alimenti di origine animale come:

  • Carne di maiale
  • Pesce
  • Prosciutto
  • Interiora
  • Derivati del latte
  • Uova
(Continua a leggere su http://www.dietaland.com/dieta-rinforzare-unghie-capelli-naturalmente/25919/

Oli Vegetali per Capeli Secchi e Sfibrati

rimedi naturali capelli secchi e sfibrati

Il problema dei capelli secchi e sfibrati è spesso causato dall’uso eccessivo di prodotti contenenti sostanze aggressive e da una mancanza di nutrimento del cuoio capelluto.Di seguito, vedremo alcuni oli vegetali che donano la giusta idratazione e l’adeguato nutrimento ai capelli in modo completamente naturale.

 

Olio di mandorle

Un ottimo prodotto naturale utile allo sviluppo e all’idratazione del capello è l’olio di mandorle dolci, ricco di proteine, vitamina E, vitamina B e minerali. Il capello necessita di proteine dato che è formato da esse per circa il 90 per cento. Inoltre tali nutrienti migliorano l’elasticità del capello e la sua salute in generale. Ciò che rende ancora più adatto ai capelli l’olio di mandorle dolci è la sua facile assorbibilità, senza ostruire i follicoli sebacei.

Olio d’oliva

L’olio di oliva si presta a molti usi, tra questi è molto efficace anche per mantenere sani i capelli. Tale olio infatti, oltre a dare brillantezza e morbidezza al capello, lo rinvigorisce grazie al suo contenuto di acido azelaico, un composto capace di contribuire all’inibizione dell’enzima 5-alfa-reduttasi. Tale enzima è il principale responsabile della conversione del testosterone in diidrotestosterone (DHT), ovvero l’ormone responsabile dell’indebolimento del bulbo capiliffero e della calvizie. Per godere dei benefici dell’olio d’oliva, applicare l’olio direttamente sul cuoio capelluto, quindi massaggiare delicatamente per 5-8 minuti (per facilitare l’assorbimento dell’olio, si consiglia di scaldarlo leggermente). Indossare una cuffia da doccia e attendere altri 15-30 minuti. Infine, lavare i capelli come di consueto, possibilmente utilizzando uno shampoo privo di ingredienti tossici, dato che questi sono tra le principali cause della secchezza del capello e di altri problemi ben più gravi.

Olio di carota

L’olio di carota, nella sua forma pura, contiene importanti nutrienti per lo sviluppo e la crescita dei capelli. Oltre a un’abbondanza di provitamina A (carotene), vitamina B e F, l’olio di carota è ricco di minerali come calcio, magnesio, manganese, rame, ferro e, soprattutto, zolfo. Lo zolfo è il principale elemento di cui si compone la cheratina, ovvero la proteina solida che costituisce il capello per il 65-95 per cento.

Olio di cocco

L’olio di cocco è uno degli oli più indicati per idratare in profondità il cuoio capelluto perché la sua struttura molecolare gli permette di penetrare in profondità, migliorando così l’assorbimento di tutte le sue sostanze benefiche. Tra queste troviamo la vitamina E, l’acido laurico, e l’acido caprilico, utili per rinforzare il capello dalla radice, contribuendo a trattenere una maggior quantità di nutrienti necessari alla robustezza e allo sviluppo dei capelli, tra cui le proteine.

Olio di girasole

In cosmetica, l’uso dell’olio di girasole è principalmente legato alle sue capacità liscianti.

(Leggi l’articolo completo su http://www.beautyerelax.com/bellezza/477-olii-naturali-capelli-secchi-sfibrati.html#ixzz2Oef39gaA)

L’olio per la cura dei capelli

curare capelli con olioCi sono vari metodi per occuparci della nostra chioma, l’olio per la cura dei capelli, di qualsiasi tipo siano e qualsiasi problema abbiano, è una soluzione per non ricorrere ai prodotti già pronti. I capelli sono una parte importante del nostro aspetto, ma raccontano anche del nostro stato di salute e benessere.

I capelli luminosi indicano che siamo in salute, ma ci sono anche capelli opachi, strappati, con le punte spezzate o secche, rovinati da asciugature sbagliate con phon o piastra troppo calda. I metodi per curare i capelli sono svariati, si può scegliere un prodotto che troviamo sugli scaffali del supermercato, oppure, optare per gli ingredienti naturali.

La tendenza del momento per qualsiasi problema, dalla cura del corpo alla necessità di perdere peso, passando dalla cura della salute, è quella di rivolgersi alla natura per preparare cosmetici fatti in casa.

Fra questi prodotti naturali, fa indubbiamente la sua parte l’olio, un ingrediente che costa poco e che è adattisimo per la cura dei capelli. Può essere una vera e propria maschera di bellezza per la salute capelli sfibrati, spezzati e senza vitalità. Sarà sufficiente scaldare un po’ d’olio, senza farlo bollire. Basterà fare un impacco per ridare vita ai capelli.

Non esiste naturalmente solo l’olio di oliva, ci sono molte altre qualità, ad esempio l’olio di jojoba, ingrediente che troviamo in quasi tutti i prodotti di bellezza, dal bagno schiuma allo shampoo o alla crema per le mani, è quello più simile alla struttura del capello. L’olio di jojoba, è il più antico cosmetico utilizzato in America anche per la cura della pelle, lo usavano già gli indiani come rimedio universale.

Per i capelli maltrattati da tinte, cloro ed altri agenti aggressivi, è utile l’olio di cocco che dovrà essere applicato su tutta la chioma dopo aver inumidito i capelli. Avvolgere la testa con un asciugamano tiepido e lasciare agire per almeno un’ora prima procedere al lavaggio.

L’olio di ricino è ideale per i capelli deboli, in genere, si consigliano impacchi tiepidi per 3-4 volte al mese sui capelli secchi e fragili; per capelli normali, ma danneggiati, sfibrati e con doppie punte, è sufficiente effettuare 1-2 impacchi al mese. L’olio di avocado, infine, aiuta a combattere i capelli crespi o ricci.

Qualsiasi impacco può essere fatto sia utilizzando un solo tipo di olio oppure scegliendo un mix in base allo stato dei capelli. Una volta scelti, basta semplicemente riscaldarli, senza farli bollire o friggere, in caso contrario si rischia di bruciarsi e di rovinare il cuoio capelluto. Si può metterli anche

(leggi l’articolo completo su http://www.mondobenessereblog.com/2013/01/20/olio-cura-capelli/)

Trattamenti naturali per lisciare i capelli

come rendere lisci i capelliAvere capelli lisci come seta significa spesso ricorrere a trattamenti che possono risultare davvero stressanti. Eppure, per sfoggiare chiome perfettamente stirate come quelle delle dive di Hollywood o di top model e personaggi televisivi, si utilizzano sempre di più tonnellate di sostanze chimiche, piastre e altri metodi che, con il tempo, seccano e danneggiano i capelli. Per lisciare le vostre chiome senza indebolirle, di seguito vi mostreremo alcuni trattamenti naturali, molto utili anche come ricostituenti

Latte di cocco

Grazie alle sue sostanze nutritive, il latte fresco di cocco contribuisce a lisciare e a rinforzare i capelli. Basta applicare il latte di cocco regolarmente dopo aver lavato i capelli con lo shampoo, preferibilmente naturale. Attendere almeno 5 minuti. Quindi, risciacquare i capelli utilizzando soltanto l’acqua. Non lavare di nuovo la testa con lo shampoo poiché si andrebbero a togliere i nutrienti del latte.

Latte di cocco e succo di limone

Versare 250 ml di latte di cocco in una ciotola. Aggiungete il succo di un limone intero. Miscelare bene i due ingredienti. Quindi, prima di bagnare i capelli, applicare la maschera su di essi. Avvolgere i capelli con un asciugamano per circa un’ora, poi lavarli come di consueto. Se si utilizza questo trattamento per tre volte a settimana, i capelli diventeranno gradualmente sempre più lisci.

Olio di ricino

Tra i migliori oli per lisciare i capelli, l’olio di ricino è molto efficace se applicato dopo lo shampoo. Quando la testa è ancora bagnata, massaggiare i capelli con abbondante uso di olio di ricino, meglio se tiepido. Infine asciugare.

Olio d’oliva

Un altro olio che ha un buon effetto lisciante e dona salute ai capelli è l’olio d’oliva. Tale olio può essere usato prima di lavarsi la testa. Il risciacquo sarà senza dubbio più lungo ma i risultati sono davvero sorprendenti.

Olio di soia

L’olio di soia è un trattamento molto efficace per stirare i capelli dato che agisce come un balsamo naturale e come un ottimo idratante. Per amplificare l’effetto lisciante, è possibile miscelare un cucchiaio di olio di semi di soia con due cucchiai di olio di ricino. Spargere il composto, preferibilmente tiepido, sul cuoio capelluto e sui capelli. Lasciar riposare per circa 30 minuti, quindi lavare come di consueto, e infine asciugare.

… (leggi l’articolo completo su http://www.beautyerelax.com/bellezza/404-rimedi-naturali-liscianti-per-crespi-ricci-capelli.html#ixzz2FVz63rG6)

La dieta per evitare la caduta dei capelli

dieta contro caduta capelliAvere una chioma folta e lucente è un po’ il sogno di tutti.
Perdere i capelli, infatti, è motivo di preoccupazione per molti, e nemmeno tanto infondato visto che i dati parlano di 6 italiani su 10 con problemi di caduta.

In autunno, poi, in concomitanza con il periodo delle castagne, il rischio è anche maggiore.   Come evitarlo?   Vediamo insieme quali sono i rimedi consigliati dagli esperti.

Le cause della perdita dei capelli sono diverse, dalla predisposizione genetica, allo stress, dalle malattie all’alimentazione scorretta. Gli esperti, inoltre, sono concordi nel ritenere che possa influire anche il cambio stagionale. Si tratterebbe di un processo del tutto fisiologico, correlato alla variazione delle ore di luce nell’arco della giornata, che vede il coinvolgimento della melatonina, l’ormone che regola il ritmo sonno-veglia.

Questo processo si protrae sino alla fine di novembre e riguarda tutti indistintamente, tanto gli uomini, quanto le donne, sebbene il gentil sesso siano maggiormente colpito. Secondo uno studio condotto dall’IHRF (Fondazione di ricerca per la patologia sui capelli) durante il cosiddetto periodo delle castagne la caduta dei capelli è di circa 20-30% in rispetto al resto dell’anno.

Su 500 pazienti intervistati in tutta Italia, infatti, il 59% ha riscontrato un aumento della caduta dei capelli, il 30% invece li trova più sottili e sfibrati e solo l’11% non ha rilevato alcun cambiamento. Ma la perdita dei capelli in questo periodo dell’anno si può prevenire?

Come ha spiegato il dottor Rinaldi che presiede l’IHRF:

A livello preventivo e precauzionale è opportuno agire con una buona alimentazione ricca di principi nutritivi e con prodotti che ristabiliscano quelle condizioni ideali dei capelli. Utilizzando degli integratori con aminoacidi o delle lozioni a base di polipeptidi, che sono delle piccole parti dei fattori di crescita che promuovono la stimolazione cellulare e quindi la formazione di capelli nuovi.

Chiaramente, se il fenomeno non è isolato e prosegue anche negli altri periodi dell’anno, occorre rivolgersi a specialisti che consiglieranno gli opportuni esami tricologici.

(leggi l’articolo completo su http://www.dietaland.com/dieta-evitare-caduta-capelli/23107/)

Prevenire la Caduta dei Capelli al cambio di stagione

Con l’arrivo dell’autunno, cadono le foglie, ma anche i capelli, gli esperti danno alcuni suggerimenti per prevenire la caduta dei capelli al cambio di stagione. Un recente studio ha evidenziato che il problema preoccupa gli italiani più dei chili di troppo e che 6 italiani su 10 è colpito dalla perdita di capelli.

prevenire la caduta dei capelliLe cause della caduta dei capelli sono le più svariate, dalla predisposizione genetica allo stress, anche una dieta scorretta influisce. Un classico periodo in cui siamo vittime della caduta dei capelli è il cambio di stagione, soprattutto l’autunno.

Il motivo è presto spiegato, si tratta di stress post estate e la variazione delle ore di luce nell’arco della giornata.

È un fenomeno fisiologico semplice che fa scattare un complicato meccanismo che regola nel nostro organismo la melatonina, l’ormone che regola le fasi luce/buio o sonno/veglia. La caduta dei capelli si protrae, in genere, per tutto l’autunnofino alla fine di novembre, e riguarda tutti, sia uomini che donne, indipendentemente dall’età. È scientificamente provato che in questo periodo si perdono dal 20 al 30 percento di capelli in più rispetto al resto dell’anno.

A confermarlo scientificamente è uno studio dell’IHRF, la Fondazione di ricerca per la patologia sui capelli, presieduta dal dottor Fabio Rinaldi, docente presso la Sorbona e dermatologo a Milano. Ed ecco cosa suggerisce l’esperto per la prevenzione della caduta dei capelli.

A livello preventivo e precauzionale è opportuno agire con una buona alimentazione ricca di principi nutritivi e con prodotti che ristabiliscano quelle condizioni ideali dei capelli. Utilizzando degli integratori con aminoacidi o delle lozioni a base di polipeptidi, che sono delle piccole parti dei fattori di crescita che promuovono la stimolazione cellulare e quindi la formazione di capelli nuovi.

Si può ricorrere anche alla biostimolazione PRP, continua il Dottor Rinaldi, una delle tecniche più avanzate nella cura della caduta dei capelli, che garantisce la risoluzione del problema fino all’80 per cento dei casi sia per la ricrescita dei capelli che per la diminuzione sostanziale del diradamento:

Il PRP è una terapia sicura e priva di effetti collaterali, che non provoca reazioni allergiche né rischi per la salute e può essere somministrato attraverso micro punture o con la tecnica di veicolazione trans-dermica.

(Fonte www.mondobenessereblog.com)

Cosa fare per i Capelli Bianchi Precoci

rimedi capelli bianchi precociIl primo capello bianco è un trauma senza distinzione di sesso: allo spuntare del filo argentato ci si sente improvvisamente invecchiati, quasi cariatidi, convinti di essere vittime sacrificali del normale trascorrere del tempo. Di solito i primi capelli bianchi compaiono già intorno ai 20 anni e come reazione immediata ci si affanna a tingerli, rischiando di rovinare ulteriormente il capello.

Il colore dei capelli è dato dalla melanina, la stessa sostanza che determina il tono della nostra pelle. Ad una certa età, alcuni follicoli smettono di produrla e il capello si incanutisce. Non è quindi solo il fattore genetico a determinare quando vedremo spuntare sulle nostre teste dei bei fili argentati, come riportano le colleghe di Pinkblog; alcuni studi hanno dimostrato che anche lo stress e l’ansia influiscono sulla comparsa precoce dei capelli bianchi.

L’alimentazione è determinante come sempre: siamo ciò che mangiamo e non dobbiamo dimenticarcelo. Alcuni studiosi consigliano di consumare preventivamente té verde e in generale cibi ricchi di antiossidanti, perché combattono i radicali liberi che sono la causa principale dell’invecchiamento precoce:

“Una possibile cura è legata ad una dieta che preveda alimenti ricchi di minerali, di iodio, di zolfo, di vitamine del gruppo B (in particolare la B6 e l’acido paraaminobenzoico), che contengono in alte percentuali i “famosi antiossidanti”, che svolgono un’attività antiradicali liberi, cioè anti invecchiamento. Ma è solo un’ipotetica terapia che risulta poi in parte inattuabile per effetti collaterali. È però bene sapere che il fumo accelera l’imbiancamento, mentre il consumo di tè verde sembra ritardarlo.

(Fonte www.benessereblog.it)

Frutta e Verdura per far crescere i Capelli e Proteggerli dall’estate

Sole, vento e salsedine sono nemici dei capelli, tanto che non è raro rientrare dalle attese vacanze estive con una chioma secca e, spesso, sbiadita dai raggi solari. Diversi prodotti cosmetici promettono di mantenere i capelli idratati e lucenti durante l’estate, ma esistono anche cibi alleati della loro salute e della loro bellezza.

proteggere capelli estateAncora una volta, gli ingredienti per il benessere sono nascosti nella frutta e nella verdura.

Oltre a proteggere la pelle e a contrastare ossidazione e disidratazione, i prodotti di orti e frutteti promuovono la salute dei capelli, aiutandoli a crescere sani e forti anche quando il clima li mette a dura prova.

Il primo alleato del loro benessere sono le carote. Ricche di vitamina A, aiutano a mantenere in salute il cuoio capelluto. In estate, quando la voglia di mettersi ai fornelli può essere molto bassa, l’ideale è aggiungerle, affettate o grattugiate, a un’insalata.

Anche spinaci e biete contengono vitamina A, ma forniscono anche vitamina C. Una dieta ricca di queste verdure promuove la sintesi di sebo, una sostanza oleosa prodotta dai follicoli piliferi da cui prendono origine anche i capelli e che agisce come un vero e proprio balsamo naturale. In più spinaci e biete forniscono anche calcio e ferro, minerali necessari per la crescita dei capelli. Dopo averli bolliti possono essere ripassati in padella, ma sono ottimi anche freddi. C’è, poi, chi non disdegna l’idea di usarli per preparare dei frullati.

Un’altra strategia per stimolare la crescita dei capelli è aumentare la circolazione del sangue nel cuoio capelluto. In questo caso sono i peperoni rossi, che contengono più vitamina C di un bicchiere di succo d’arancia. Mangiarli crudi, magari insieme alle carote, evita di distruggere i nutrienti in essi contenuti con la cottura.

Fra la frutta, invece, largo ad avocado, frutti di bosco, ciliegie e prugne. Il primo è ricco di vitamina E, prezioso alleato per chi vuol far crescere i capelli mantenendoli sani. Può essere anche aggiunto a insalate e tramezzini. Frutti di bosco, ciliegie e prugne contengono, invece, bioflavonoidi, molecole dalle proprietà antiossidanti che, come la vitamina C, aumentano la circolazione del sangue nel cuoio capelluto.

Qualche consiglio per una preparazione particolare? Cucinateli in aceto balsamico con un po’ di zucchero per ottenere una crema con cui guarnire, ad esempio, il gelato, oppure aggiungete fragole tagliate a fette alla vostra insalata.

(Fonte ww.freshplaza.it)

Una Pesca al Giorno Salva Pelle e Capelli

Cominciano ad arrivare sul mercato questi frutti, fra i più curativi della bella stagione: da mangiare ma anche da usare come impacco rinvigorente e antiossidante

pesca ricostituenteIl pesco, albero così comune alle nostre latitudini, proviene dalla Cina. Di qui giunse in Siria e poi in  Persia, paese che dette il nome alla specie, ovvero Prunus persica. Il suo frutto profumato è ricco di vitamine preziose per la salute dei tessuti: la vitamina C, la vitamina A e varie vitamine del gruppo B, oltre a minerali quali ferro e potassio.

La presenza di fibra insolubile e la capacità di stimolare la liberazione di succhi gastrici fanno della pesca un frutto eccellente per proprietà depurative, diuretiche e lassative. Per i trattamenti ricostituenti per pelle e capelli, oltre che per gustare le pesche in macedonia, vanno preferiti i frutti maturi, che racchiudono il meglio dei principi curativi: se abbiamo in casa pesche non ancora perfettamente mature, possiamo tenerle in sacchetti di carta per 2 o 3 giorni a temperatura ambiente. La carta trattiene l’umidità prodotta dalla pesca durante la maturazione e mantiene la giusta temperatura, permettendo alla pesca di maturare al punto giusto senza avvizzire.

Ottima nella macedonia

L’azione ristrutturante e rivitalizzante della pesca sui capelli e sull’epidermide (non a caso si dice “avere una pelle di pesca”!) è garantita anche dal consumo regolare di questo frutto fresco in macedonia. Ovviamente andranno preferite le pesche di coltivazione biologica, che si possono gustare anche con la buccia.

Mangiala ogni giorno per tutta l’estate

Per tutto il mese di giugno e, se puoi, per tutta l’estate, mangia due pesche al giorno in macedonia, con un cucchiaino di miele e un vasetto di yogurt naturale.

Come maschera anti caduta: rinforza la capigliatura a partire dalla radice

La polpa di pesca migliora la lucentezza e la massa della chioma, che appare più voluminosa e sana. Ecco come utilizzarla per una maschera rinforzante.

Procurati tre pesche mature, sbucciale e frullane la polpa. Aggiungi un cucchiaio di argilla verde ventilata, il succo di un limone e mescola bene. L’impacco così ottenuto si applica sui capelli e si lascia agire per almeno mezz’ora, indossando una cuffietta di plastica trasparente. Infine si sciacqua e si procede col normale shampoo. Si ripete 2 volte alla settimana.

(Fonte www.riza.it)

Il Bicarbonato di sodio e le sue mille Virtù

Il bicarbonato di sodio è un prodotto particolarmente, dalle mille virtù e che non dovrebbe mancare mai nelle nostre case. Possiamo utilizzarlo per alleviare piccoli malesseri fisici, per la bellezza del nostro corpo, per il nostro viso, per l’igiene personale; vediamo insieme qualche piccola “ricetta” da provare.

BICARBONATO PER ALLEVIARE PICCOLI MALESSERI FISICI

Se anche voi come me ogni tanto soffrite di afte della bocca potete mettere 3 cucchiaini di bicarbonato di sodio in una tazza di acqua, bagnare un cotton fioc e passare delicatamente sulla zona interessata dall’infiammazione. Molto utile anche nel caso di raffreddore; in questo caso è sufficiente sciogliere 2 o 3 cucchiai di bicarbonato in una bacinella di acqua bollente e poi, coprendo la testa dovrete respirare per circa 15 minuti il vapore. Non solo: il bicarbonato è ideale anche per mantenere l’alito fresco. Basta far sciogliere due cucchiaini di bicarbonato in un bicchiere di acqua e sciacquare la bocca: il risultato con questo colluttorio tutto naturale è garantito.

BICARBONATO PER LA CURA E LA BELLEZZA DI CORPO E VISO

Se avete un po’ di tempo a disposizione e desiderate rilassarvi potete sciogliere 3 cucchiai di bicarbonato nella vasca da bagno: alla fine vi sentirete molto meglio e la pelle sarà particolarmente liscia e vellutata.

Con il bicarbonato di sodio si possono creare anche ottimi scrub per eliminare le cellule morte del corpo e preparare la pelle all’arrivo della primavera; per lo scub corpo potete aggiungere 3 cucchiai di bicarbonato al latte detergente, applicare il composto su tutto il corpo e poi sciacquare sotto la doccia. E’ possibile fare lo stesso tipo di scrub (usando dosi minori di prodotto) anche sul viso e sul collo; ricordatevi di non fare più di uno scrub alla settimana (altrimenti potreste rendere la pelle un po’ troppo secca).

Il bicarbonato di sodio è utile anche quando si parla di igiene personale ed è un ottimo alleato contro la Candida o altre infezioni; basterà sciogliere nell’acqua tiepida un cucchiaino di bicarbonato e poi procedere alla normale detersione. Viene impiegato anche nei pediluvi; soprattutto nei mesi estivi il bicarbonato è in grado di donare sollievo ai piedi.

Se tra i capelli avete dei residui di lacca o altri prodotti potete aggiungere al normale shampoo un cucchiaino di bicarbonato e procedere poi al lavaggio; i capelli saranno pulitissimi. (fonte www.mondobenessereblog.com)