Tag Archives: cura acne

Curare l’Acne con il Resveratrolo dell’Uva

metodo naturale per curare acneLa bellezza della pelle dipende da tanti fattori, alcuni esterni come l’ambiente in cui viviamo o l’uso di alcuni cosmetici che possono creare allergia, alcuni interni come squilibri ormonali e la dieta.
Se avete un problema di acne, che vi dà il tormento ormai da tempo, oltre a seguire la terapia del dermatologo, potreste inserire nella vostra alimentazione qualche chicco d’uva in più. Secondo uno studio di alcuni ricercatori dell’Università della California a Los Angeles (UCLA), gli antiossidanti di questo frutto sono importantissimi per la cura della cute.

L’antiossidante in questione è il resveratrolo – presente soprattutto nella buccia dell’uva e in misura minore nel vino rosso –ed è in grado di inibire la crescita dei batteri che causano l’acne. Questa sostanza, combinata con un comune farmaco contro l’acne a base di perossido di benzoile, dovrebbe essere capace di ridurre la proliferazione del microorganismo propionibacterium acnes. La dottoressa Emma Taylor, assistente professore di medicina nella divisione di dermatologia della David Geffen School of Medicine alla UCLA, ha commentato:

(Leggi l’articolo completo su http://www.dietaland.com/resveratrolo-uva-perfetto-curare-acne/28187/)

Acne, i rimedi Omeopatici per curarla

rimedi omeopatici acneL’acne è una patologia cutanea che in genere associamo alla pelle giovane, quella degli adolescenti. Infatti una delle cause che porta alla formazione di pustole o comedoni infiammati, tipici dell’acne, è proprio di natura ormonale. Alterazioni endocrine, tipiche della pubertà, possono, in alcuni soggetti predisposti, portare ad una iper produzione di sebo, la quale, a sua volta, non riuscendo a fuoriuscire dal follicolo cutaneo, finisce per creare un “tappo”, che noi comunemente definiamo punto nero. Il problema è che in questo “tappo”, proliferano anche dei batteri, di cui uno, il Propionibacterium acnes, è il responsabile dell’infiammazione acneica.

Acne non solo un problema giovanile

L’acne è la più diffusa tra le dermatosi (malattie infiammatorie della pelle), colpisce in Italia circa il 30% dei giovani tra i 15 e i 20 anni, ma non sono rari coloro che si portano dietro il problema anche dopo i 30 anni. Imbarazzante e fastidiosa, l’acne viene certamente peggiorata anche da fattori psicologici (nelle donne anche dalla sindrome premestruale), e guarirne è davvero difficile. Purtroppo si tratta di una patologia che colpisce soprattutto il viso (oltre il 90% dei casi), ma si può “allargare” anche a décolleté e schiena, seppur meno frequentemente. Per curarla si devono mettere a punto strategie su più fronti. Ad esempio per le ragazze con un eccesso di ormoni androgeni si può alleviare il disturbo con la somministrazione della pillola anticoncezionale, ma spesso, durante la fase acuta, è necessario sottoporsi anche a cure antibiotiche. Esistono poi pomate a base di cortisonici, benzoilperossido e acido azealico. Per eliminare le antiestetiche cicatrici, poi, esistono delle nuove tecniche che combinano l’azione del laser e della radiofrequenza. Ma oggi vi vogliamo segnalare anche un’alternativa omeopatica, priva, quindi, di effetti collaterali. Vediamo le somministrazioni indicate in case di acne.

I rimedi omeopatici contro l’acne

Ecco alcuni medicinali omeopatici che possono avere degli effetti benefici sulla salute della nostra pelle. Vediamoli.

  • Kali Bromatum. Da assumersi in dosi di 5 granuli (5 CH) 3 volte al giorno. Indicato per un’acne arrossata e diffusa su tutto il viso
  • Hepar Sulphuris. 3 granuli (9 CH) 2 volte al giorno (per 40-60 giorni di cura intensiva). Per un’acne che si presenti disomogenea (che copra solo alcune zone del viso), ma infiammata e con pus
  • Pulsatilla. 3 granuli (7 CH) 2 volte al giorno per 60 giorni. Per un’acne determinata da fattori ormonali e aggravata da un’alimentazione squilibrata
  • Arnica montana. 3 granuli (7 CH) 2 volte al giorno per 60 giorni. Indicato per pustole violacee e dalla consistenza coriacea
  • Eugenia jambosa. 3 granuli (9 CH) 2 volte al giorno per 40-60 giorni. Per un’acne giovanile e specialmente nelle ragazze in concomitanza con la sindrome premestruale
  • Selenium. 5 granuli (9 CH) 2 volte al giorno per 40-60 giorni. Perfetto per un’acne giovanile associata a pelle untuosa e caduta dei capelli

(Fonte salute.pourfemme.it)