Tag Archives: dieta detox

Dieta della Frutta Fresca per Perdere Peso Velocemente

Mangiare solo frutta fresca fa perdere peso in grandi quantità.
dieta detox frutta frescaÈ una dieta detox importante nella stagione estiva che va organizzata in 6 porzioni al giorno per un totale di circa 1,5 kg al giorno. Tale quantità corrisponde a circa 8 g di proteine, 0,9 g di lipidi, 390 g di glicidi e apporta circa 1600 calorie. È ovviamente una dieta ipocalorica, altamente digeribile.

Come si può impostare? Decidete quanti giorni deve durare la vostra dieta: al massimo tre. Poi potete scegliere se fare un mix di frutta o utilizzare un frutto solo. Quali risultati si possono ottenere? Ha effetto diuretico e alcalinizzante, quindi va bene in caso di acidosi, uno scompenso che porta ad un accumulo di acidi nel corpo. Di contro abolisce quasi totalmente grassi e proteine, mentre apporta molti glucidi (la frutta è ricca di fruttosio). Non va seguita quindi in caso di diabete e arteriosclerosi.

Dopo il breve periodo disintossicante, dovete assolutamente reintrodurre gradualmente gli altri cibi appartenenti agli altri gruppi alimentari. Quali sono i frutti più indicati? L’ananas per esempio è indicato in caso di sovrappeso, necessità di depurarsi, combattere le infiammazioni. Le prugne si sfruttano per l’astenia, l’anemia, ma anche se avete intenzione di riattivare il vostro intestino, un po’ troppo pigro

(Continua a leggere su http://www.dietaland.com/dieta-frutta-fresca-perdere-peso-velocemente/30809/)

Regole per la Dieta Disintossicante

In una dieta disintossicante bisogna prendere in considerazione sia le tossine provenienti dall’esterno, introdotte cioè tramite cibi, bevande, e aria, sia quelle prodotte internamente dal corpo per svolgere le sue funzioni quotidiane. Un programma di disintossicazione totale deve quindi fornire le sostanze nutritive sufficienti per fare tutto questo, supportando al meglio fegato, reni, e apparato gastro-intestinale.
Anche se esistono diverse diete disintossicanti, questi sono i punti chiave di qualsiasi programma detox:

dieta disintossicante• Diminuire il numero di tossine che entrano nell’organismo

Limitare le tossine esterne diminuendo o eliminando la quantità di sostanze irritanti che si ingeriscono. Ciò significa eliminare i cibi che spesso causano sensibilità, infiammazioni o altre reazioni, come il glutine, la carne, i latticini, l’alcool, la caffeina, lo zucchero e tutti gli alimenti processati che sono tra le principali cause delle infiammazioni – Leggi anche: I 5 alimenti che producono maggiori infiammazioni.

• Sostenere le funzioni gastro-intestinali

– Dare al sistema digestivo un periodo di riposo, diminuendo la quantità di cibo e fornendo nutrienti essenziali attraverso succhi e centrifugati di frutta e verdura. In questo modo vitamine, minerali e altri elementi vengono assorbiti più facilmente dall’organismo senza affaticare l’apparato digerente.

– Aiutare il corpo a mantenere in equilibrio la flora intestinale, eliminando i batteri cattivi presenti nell’intestino attraverso l’assunzione di fermenti lattici vivi e probiotici. I batteri cattivi, i lieviti e i parassiti possono rilasciare tossine e sovraccaricare il fegato.

– Aiutare la digestione con enzimi digestivi che facilitano la scomposizione del cibo correttamente, garantendo una diminuzione dei disturbi dovuti a indigestioni.

– Aggiungere fibre in modo da ripulire efficacemente l’intestino. Le fibre alimentari prevengono l’assorbimento delle tossine e ne favoriscono l’eliminazione. La fibre inoltre vengono metabolizzate dai batteri intestinali e diventano acidi grassi a catena corta (SCFA), utili per alimentare le cellule che rivestono l’intestino, supportando così l’integrità cellulare e facendo diminuire le infiammazioni.

• Supportare le funzioni epatiche

Sostenere il lavoro del fegato è fondamentale perché questo è uno degli organi principali coinvolti nella trasformazione delle tossine in metaboliti, che sono più facili da espellere. Uno dei modi migliori per aiutare il fegato è quello di ricorrere a tisane disintossicanti come: tarassaco, cardo mariano, ortica, bardana, e zenzero. Inoltre, uno dei metodi depurativi più efficaci e semplici da realizzare è l’acqua con il limone. Bere acqua e limone aiuta a sciogliere il muco, facilita la produzione di bile, e favorisce la digestione abbattendo i grassi più velocemente. Tra gli alimenti, il miglior disintossicante per il fegato è l’aglio, e altri cibi contenenti zolfo come cipolle, porro, broccoli, cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, cavolo, e zucca. I composti sulfurei migliorano la solubilità nell’acqua degli agenti tossici, sostenendo il fegato nell’abbattimento e nell’eliminazione delle sostanze intossicanti.

• Idratazione

Non bisogna mai dimenticare che alla base di ogni dieta alimentare, e soprattutto di una dieta detox, c’è l’acqua, il principale elemento della nostra esistenza.

(leggi l’articolo completo su  http://www.beautyerelax.com/alimentazione/573-disintossicarsi-come-importanti-detox.html#ixzz2jCguzyxd)

 

La Dieta Liquida Dimagrante e Disintossicante

La dieta liquida è un particolare regime alimentare a base di frullati, succhi, centrifugati, zuppe e molta acqua, che consente di disintossicare l’organismo. Viene seguita sia per dimagrire sia per scopi terapeutici in caso ad esempio di pancreatite, bendaggio gastrico o come preparazione alla colonscopia. Vediamo cosa si può mangiare con la dieta liquida e le ricette.

dieta liquida disintossicante dimagranteLa dieta liquida è efficace per perdere peso, ma va subito precisato che può essere seguita solo per brevi periodi e sotto stretto controllo medico. Una riduzione eccessiva delle calorie, infatti, può innescare un circolo vizioso pericoloso, per cui le cellule, dopo aver consumato le scorte di zuccheri al livello di fegato e muscoli, a “caccia” di cibo, vanno ad intaccare anche le proteine. Questo vuol dire che il dimagrimento non è dovuto alla perdita di grasso, ma di massa magra e quindi di quella muscolare. Senza considerare il fatto che quando si riprende a mangiare normalmente si recuperano i chili persi con i famosi “interessi”, ovvero altri chili nuovi. Ciò non toglie, chiaramente, che se ci sono esigenze mediche particolari e si è seguiti da specialisti o si segue per poco tempo (max 3 giorni) la dieta liquida può essere utile.

Dieta liquida: cosa mangiare

La dieta liquida è molto restrittiva e non consente di mangiare alimenti solidi, ma esclusivamente in forma liquida. Se lo scopo è quello di dimagrire, con questo particolare regime dietetico si possono perdere circa 2-3 Kg, ma come detto prima, va seguito per poco tempo onde evitare anche la perdita di massa magra e muscolare e poi la ripresa dei chili persi. Gli alimenti che si possono mangiare in una dieta liquida a scopo disintossicante sono:

  • Centrifugati di verdura
  • Frullati di frutta e latte
  • Succhi di frutta
  • Succo di pomodoro
  • Succo di carote
  • Frutta
  • Acqua
  • Yogurt
  • Tisane
  • Caffè
  • Gelato (sostituisce il pranzo o la cena)

Per dolcificare i frullati è consentito utilizzare il miele, lo zucchero di canna o il fruttosio, mentre per condire i centrifugati è possibile utilizzare l’olio d’oliva (1 cucchiaino per ogni pasto), il limone o l’aceto di mele. La dieta liquida per dimagrire, inoltre, prevede anche un regime di mantenimento in cui è permesso integrare cibi come pesce e carni bianche, legumi e cereali integrali. I cibi da evitare, invece, sono tutti quelli che favoriscono la formazione della ritenzione idrica, come:

  • Sale
  • Dado da brodo
  • Alimenti in scatola
  • Salumi e insaccati
  • Formaggi grassi
  • Dolci confezionati

(Leggi l’articolo completo su http://www.dietaland.com/la-dieta-liquida-dimagrante-disintossicante/26177/)

Dieta Detox: come Disintossicarsi

dieta detoxChe ne dite di una bella dieta detox o meglio di qualche consiglio per disintossicare il nostro organismo? Ricordiamo che disintossicare il corpo periodicamenete è importante e questo può essere fatto seguendo uno stile alimentare che sia il più possibile corretto e bilanciato (in altre parole gli stravizi andrebbero evitati o almeno ridotti) abbinato ad un po’ di esercizio fisico.
Vediamo quindi alcuni consigli per disintossicare il nostro organismo.

– ELIMINARE GLI ZUCCHERI
Matt Dower, direttore di una spa a questo proposito spiega:
Assumendo molto zucchero chiedete al vostro corpo di produrre più insulina sforzando il pancreas. A lungo andare questo tipo di abitudine può portare a una stanchezza cronica, aumentare il peso e provocare anche cancro e diabete

– INIZIARE LA GIORNATA BEVENDO UN BICCHIERE D’ACQUA
Dower suggerisce anche di bere un bicchiere d’acqua con del succo di mezzo limone al mattino; dice infatti che il limone aiuta reidratare il sistema e favorisce la digestione, che contribuirà ad espellere i rifiuti, ossia le tossine acumulate, dal corpo il flusso dei rifiuti fuori del corpo

– MUOVERE IL CORPO
Praticare un costante esercizio fisico favorisce la circolazione del sangue e sistema linfatico, come spiegato sempre dall’esperto; così facendo anche la digestione sarà migliore, le tensioni muscolari si ridurranno. Inoltre l’attività fisica aiuta a lubrificare le articolazioni e a rendere più forte il sistema immunitario; Dower dice che è un fatto provato scientificamente che le persone che si esercitano regolarmente hanno molte meno tossine nel loro organismo

– BERE MOLTO TE’
Come detto da Ashley Karr, uno psicologo e wellness coach il tè non solo è pieno di antiossidanti ma idrata (e questo in particolar modo per quelli a base di erbe) e quindi “riempie”; inoltre, la caffeina contenuta nel tè è diversa da quella del caffè. E’ infatti più delicata rendendo quindi meno nervosi.

– MANGIARE MOLTA FRUTTA E VERDURA
In una buona dieta detox non deve mancare frutta e verdura insieme acereali integrali, fagioli, legumi e un po’ di quantità di noci e semi

– CERCARE DI COMBATTERE L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO
Uno dei consigli suggeriti dal dottor Travis Stork, medico e ospite fisso di un programma tv americano sulla salute, è quello di lavare le vie nasali con un neti lota, un contenitore dotato di beccuccio che andrà poi introdotto nel naso da riempire con acqua tiepida e salata. In questo modo si manderanno via tutti gli agenti inquinanti riuscendo quindi a respirare meglio

– SUDARE CON LA SAUNA
Sembra proprio che facendo costantemente la sauna si espellano, sudando scorie e tossine dal nostro corpo

– ESFOLIARE

(Leggi l’articolo completo su http://www.mondobenessereblog.com/2013/08/06/dieta-detox-disintossicarsi/)

 

Dieta Disintossicante Vegetariana

dieta disintossicante vegetarianaUna dieta disintossicante vegetariana è davvero perfetta per rimettervi in forma, soprattutto quando siete un po’ appesantiti dopo un periodo di stravizi alimentari. Basare la propria alimentazione solo sulle verdure e sulla frutta per un periodo di tempo non è assolutamente dannoso per la salute, anzi.
Vediamo quindi insieme una dieta detox e dimagrante di 5 giorni vegetariana ma anche un programma vegano di tre giorni per chi vuole davvero depurarsi.

La dieta disintossicante vegetariana di 5 giorni

La base della dieta vegetariana è che è necessario eliminare le proteine di origine animale sostituendole con legumi e cereali. Appena svegli vi consigliamo di bere un paio di bicchieri di acqua con il succo di mezzo limone. Come colazione potrete consumare del succo di pompelmo con foglie di menta e miele, un caffè leggero o un tè e una macedonia di frutta fresca. Per pranzo delle carote o altre verdure di stagione crude con un piatto di riso integrale o pasta condita con un filo di olio extravergine di oliva e gomasio e anche un piatto di legumi. Per cena potete consumare una zuppa di verdure cotte, un frullato di carote e mezzo cetriolo cotti al vapore. Per placare la fame durante la giornata potete consumare dei bicchieri di acqua con limone, arancia o pompelmo. Non dimenticate prima di andare a dormire una tisana depurativa.

La dieta detox vegana di tre giorni

Ecco una mini dieta vegana di tre giorni ma ricca di minerali e vitamine, antiossidanti e con proprietà antiage. Dato che la dieta è pensata solo per tre giorni si può seguire senza problemi da tutti coloro che sono sani: come condimento potete usare 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, un cucchiaino di sale e spezie a piacere. Per colazione dovrete consumare dello yogurt di soia e fiocchi d’avena (20 g) con una tazza di tè verde non zuccherato; in alternativa potete sostituire lo yogut con un frullato di frutta. A pranzo una porzione di riso e fagioli, con 50 g di riso e 50 di fagioli lessati, olio e aromi e come contorno insalata di lattuga, pomodori, cetrioli e 20 g di semi di girasole, condita con olio extravergine di oliva e aceto di mele oppure farro e lenticchie, insalata di rucola con julienne di carote crude e 20 g di noci. Per cena potete consumare delle melanzane e tofu (100 g) alla griglia, condito con olio extravergine di oliva, aceto e menta tritata accompagnato con 40 g di pane integrale e un

(continua a leggere su http://dieta.pourfemme.it/articolo/dieta-disintossicante-vegetariana/13019/)

Disintossicare il Fegato con gli Alimenti Detox

disintossicare fegato con dieta detoxDisintossicare il fegato è importantissimo non solo per ritrovare la linea e la forma ma anche per sentirsi bene e per vivere in modo sano.
Esistono moltissimi cibi che sono perfetti per questo scopo perché vi aiutano a liberarvi delle tossine e migliorano la funzionalità del fegato e dell’intestino. Scopriamo insieme i cibi e gli alimenti che sono dei veri e propri toccasana e che non possono mancare in una dieta equilibrata, depurativa e ipocalorica.

Zenzero e Aglio
Si tratta di due cibi toccasana che non possono mancare nella nostra dispensa e che ci aiutano ad eliminare i radicali liberi presenti nell’organismo. L’aglio può essere consumato crudo, ma dato il suo odore decisamente pungente vi consigliamo di utilizzarlo soprattutto nei vostri piatti!

Tè verde
In questo caso scegliete il tè verde in erboristeria e preparate delle tisane che saranno ottime per stimolare l’attività del fegato e aumentare la produzione di enzimi che aiutano la disintossicazione.

Crescione
Poco conosciuto, il crescione è l’alleato fondamentale per dire addio ai radicali liberi, per stimolare la diuresi e per ripulire il fegato e l’intestino.

Limone
Il consiglio dei più importanti nutrizionisti è quello di bere ogni mattina un bicchiere di acqua con del succo di limone: non avrà un sapore piacevolissimo ma si tratta di un potente antiacido gastrico con ottime proprietà depurative.

Verdure a foglia verde
Aiutano a stimolare la digestione perchè stimolano l’eliminazione delle tossine. Cercate di essere fantasiose in cucina e sperimentate queste verdure per le vostre ricette.

Frutta fresca
Mai dimenticare la frutta che deve essere consumata giornalmente perchè è un antiossidante naturale ed è ricca di fibre; inoltre ha poche calorie ed è facilmente digeribile.

Acqua
L’acqua è forse l’alleato più importante che abbiamo per ripulirci dalle scorie. Bevete un bel bicchiere di acqua naturale appena sveglie, un modo per stimolare la diuresi e per eliminare le scorie.

Carciofo
E’ una verdura fondamentale perchè aiuta il corretto funzionamento della colecisti ed è ricca dicinarina, che stimola la funzionalità della bile e aiuta la digestione. Inoltre si tratta di una verdura molto versatile, perfetta per tantissime ricette diverse.

Barbabietola
Questa verdura buonissima stimola la produzione di enzimi antiossidanti nel fegato: in questo modo, grazie anche alla cistifellea, viene eliminata la bile e le tossine.

Cereali integrali
I cereali non devono mai mancare nella nostra dieta: ricchi di sostanze nutritive e antiossidanti, hanno anche un alto contenuto di fibre che aiutano la regolarità.

(fonte http://dieta.pourfemme.it/)

Dieta dell’Ortolano per Disintossicarsi e Dimagrire

La dieta dell’ortolano altro non è che la famosa dieta detox, che a fase alterne rispunta nell’affollato calderone dei rimedi dimagranti fast and simple, ma guarda caso, sempre prima dell’estate… La dieta detox è stata rilanciata da Kimberly Snyder, nutrizionista ed esperta di bellezza delle star di Hollywood, che con il suo libro The Beauty detox, uscito il mese scorso, è in cima ai best seller di questa settimana. Vediamo insieme perché.

dieta detoxLe verdure, è oramai cosa nota, aiutano a mantenersi in forma perché sono ricche di fibre, vitamine, sali minerali, senza dimenticare che favoriscono la regolarità intestinale, garanzia di una pancia piatta e tonica!  La nutrizionista delle celebrities, dunque, non ha scoperto nulla di nuovo… ma è apprezzabile, tuttavia, l’intenzione. Nel libro, infatti, ha stilato una classifica di 50 alimenti, tutti rigorosamente reperibili dall’ortolano, descritti per filo e per segno secondo le proprietà e i benefici per l’organismo.

Fra i cibi al top della lista non c’è la carne, naturalmente, ma solo verdure fra cui avocado e patate dolci per avere una pelle splendente e combattere l’invecchiamento precoce, semi di zucca per capelli lucenti, banane e sedano per attenuare le occhiaie. Via libera, naturalmente, alle verdure detossinanti per eccellenza come carciofi, carote, piselli, lattuga romana, funghi, cavolfiori da consumare soprattutto crudi. Ottimi, in questo periodo, anche gli asparagi, che vantano proprietà diuretiche eccezionali, da tenere sempre in serbo come “arma” contro la tanto odiata cellulite.

(leggi l’articolo completo su http://www.dietaland.com/dieta-ortolano-disintossicarsi-dimagrire/24646/)

Dieta Detox: dimagrire e depurarsi in pochi giorni

dieta detoxAvete sentito parlare della dieta Detox ma non sapete di cosa si tratta? E’ un programma alimentare ideato per garantire il benessere dell’organismo, attraverso un’alimentazione che sia in grado di depurarlo dalle tossine in modo naturale e rapido. La dieta detox è dunque una dieta disintossicante che però a differenza delle altre simili, non si basa semplicemente sull’eliminazione dei cibi più ricchi di tossine, ma abbina a tale pratica anche l’assunzione di quegli alimenti che di certo possono contribuire a depurare l’organismo.

Cosa sono le tossine e come si accumulano?
Le tossine sono tutte quelle sostanze che si sviluppano dai diversi processi chimici che avvengono nell’organismo in seguito alla normale attività delle cellule, come nel caso dell’acido lattico, dell’omocisteina, dell’ammoniaca. Ma parliamo anche di grassi ed altri scarti difficili da eliminare e che si assumono con l’alimentazione. Gli organi deputati alla loro sintesi ed eliminazione sono molti: fegato, intestino, reni, polmoni, pelle, sangue e sistema linfatico. Alcuni meccanismi però per cause diverse si possono inceppare e le tossine accumulare nel corpo. In modo più o meno rilevante si comincia a provare malessere: stanchezza, mal di stomaco, caduta dei capelli, ecc.

I principi della dieta detox
La dieta detox serve a ripristinare le condizioni normali. Come? Attraverso alcuni accorgimenti (da applicare a breve termine) che prevedono essenzialmente:
1. Diminuzione della quantità di sostanze chimiche assunte attraverso l’alimentazione: si suggeriscono ad esempio prodotti biologici e/o l’eliminazione di prodotti contenenti caffeina.
2. Aumento del consumo di cibi ricchi di fibre aiutano ad eliminare le tossine, lo stesso dicasi per l’acqua (sostituibile anche con te verde o bianco)
3. Aumento dell’apporto nutrizionale di vitamine e degli antiossidanti, importanti per favorire la disintossicazione.
4. Favorire i cibi leggeri con un ridotto contenuto lipidico e di zuccheri semplici.

I benefici della dieta detox
La dieta detox non è una dieta dimagrante, bisogna sottolinearlo, ma disintossicante e che va fatta al massimo un paio di volte l’anno. Sicuramente in autunno (e a primavera) può essere indicata. Nonostante ciò essendo un regime alimentare basato su fibre, frutta, verdura e scarsi grassi può favorire una perdita di peso. I suoi veri benefici però sono altri: le persone che vi si sottopongono riferiscono di una ritrovata carica energetica, sia fisica che mentale, con maggiori capacità di concentrazione, una pelle più luminosa e bella, digestione più semplice, regolarità intestinale. Nonostante la dieta non vada protratta per più di qualche giorno i suoi benefici si possono mantenere per mesi. Attenzione però perché comporta anche effetti collaterali non consoni in alcune condizioni di salute come l’anemia o in caso di malattie renali o in gravidanza ed allattamento. E’ sempre opportuno parlarne con il medico curante.

(Fonte salute.pourfemme.it)