Tag Archives: dieta pancia piatta

Dieta per Sgonfiare la Pancia con il Finocchio

Una pancia piatta è il sogno di tutte le donne: alzi la mano chi non la vorrebbe! Purtroppo, per tutta una serie di motivi, spesso sembra destinato a rimanere proprio un sogno. Non disperate, in autunno, con l’arrivo dei primi freddi, arriva sul mercato un ortaggio molto utile per sgonfiare la pancia: si tratta del finocchio, un autentico alleato nella lotta ai chili superflui e alla pancia gonfia,m tanto da diventare protagonista di una dieta specifica, la dieta del finocchio, appunto.

dieta per sgonfiare la panciaIl finocchio è un ortaggio dalle diverse proprietà: innanzi tutto possiede solo 9 calorie ogni 100 grammi e, quindi, è adatto a un regime dietetico ipocalorico, poi aiuta la digestione e riduce la fermentazione intestinale ed è ideale per sgonfiare la pancia, regolarizzare l’intestino e depurarsi. Il finocchio è ricco di acqua e di sali minerali, soprattutto di potassio; grazie alla sua azione depurativa permette all’organismo di eliminare le scorie e le tossine e di bloccare i fenomeni di meteorismo, evitando anche il gonfiore postprandiale.

Proprio per tutte queste proprietà benefiche, il finocchio è diventato protagonista di una dieta specifica, ideale per perdere quei due o tre chiletti di troppo, per eliminare la ritenzione idrica e per appiattire la pancia. Attenzione, però: la dieta del finocchio non è adatta per chi soffre di problemi all’intestino e per chi ha intolleranze o altre particolari malattie.

(Leggi l’articolo compelto su http://www.dietaland.com/dieta-finocchio-sgonfiare-pancia/26262/)

Pancia Piatta, per Dimagrire basta un’Ora di Bici a Settimana

come avere pancia piattaPer dimagrire e arrivare in spiaggia sfoggiando una pancia piatta è sufficiente allenarsi per un’ora in bici. Attenzione, però: l’allenamento deve essere equamente suddiviso in sprint da 20 minuti da eseguire in giorni diversi. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Obesity, infatti, in questo modo è possibile eliminare tanto grasso sulla panciaquanto se ne brucerebbe con 7 ore di corsa alla settimana.

La ricerca ha infatti dimostrato che un programma di 12 settimane che preveda 20 minuti di bici per tre volte in sette giorni permette agli uomini di perdere 2 chili di peso e il 17% del grasso che si accumula sulla pancia. Un effetto che, in passato, era stato dimostrato anche nel caso delle donne.

I vantaggi, però, non finiscono qui: questi “sprint” permettono di aumentare la massa muscolare. Al termine delle 12 settimane di allenamento, infatti, i partecipanti si sono ritrovati con 1,2 chili di muscoli in più sulle gambe e sul busto.

Steve Boutcher dell’University of New South Wales (Australia), responsabile della ricerca, ha
sottolineato che

altri studi in cui è stata utilizzata l’attività aerobica, come la corsa continua, hanno dimostrato che la quantità di esercizio necessaria per ottenere una diminuzione simile del grasso viscerale è di circa 7 ore alla settimana per 14 settimane. In genere eseguire un esercizio aerobico regolare produce un aumento della massa muscolare lieve o nullo, mentre un’attività di resistenza moderatamente impegnativa può, nei mesi, portare all’aumento della massa muscolare.

Da parte loro, gli sprint sulla bici sembrano consentire di raggiungere questo obiettivo con molto meno esercizio

Accanto alla pancia piatta e a muscoli più possenti, questo tipo di attività esercita anche altri benefici sulla salute. Lo stesso Boutcher ha spiegato che il tipo di dimagrimento ottenibile in questo modo

ha un impatto molto maggiore sulla salute cardiovascolare e metabolica rispetto alla riduzione del depositi di grasso sottocutanei delle braccia e delle gambe

(Fonte www.benessereblog.it/)

Pancia Piatta, la Dieta ideale per combattere il Gonfiore Addominale

La battaglia si gioca in palestra o a casa, sottoponendosi a sessioni di addominali regolarmente, ma un round decisivo si svolge anche nel piatto. Alcuni cibi infatti ci gonfiano più di altri e tra questi ci sono degli alimenti insospettabili, solitamente ritenuti positivi per slanciare la figura, ma deleteri per la linea quando si esagera, un po’ come tutto d’altronde.

Ed iniziamo proprio dagli insospettabili: le fibre. Non tutte favoriscono il transito intestinale, sgonfiando la pancia. Alcune, infatti, sono troppo difficili da digerire. I legumi, ad esempio, possono irritare il nostro stomaco.

Per quanto riguarda le verdure, bisogna preferire quelle cotte a quelle crude. Anche esagerare sgranocchiando carote, finocchi ed altre crudités non è consigliabile.

Attenzione anche nella scelta della frutta: sì a quella cotta o alla frutta matura. No a frutti ancora acerbi o a frutti troppo dolci. Gli zuccheri, infatti, rallentano il transito intestinale. Tra le ciliegie e le albicocche, ad esempio, è meglio mangiare le albicocche, che sono meno zuccherate.

Tra gli alimenti off-limits in chi ha la pancia gonfia ci sono i cavoli, i broccoli, i porri, le banane ed in generale tutti quei cibi che tendono a fermentare nello stomaco, rilasciando gas. Via libera invece ad avocado, asparagi, melone, ananas, lattuga e kiwi.

Veniamo ora alla scelta dei cereali. Sì a quelli integrali: quinoa, segale, farro. Sia per il riso che per il pane preferire la versione integrale. No ai cereali raffinati.

Per quanto riguardo l’apporto di proteine, sì a pesce, uova, carni bianche e carni rosse magre. No alla carne troppo grassa.

Infine, i latticini: no al latte intero che può irritare l’intestino. Ottimo il latte di soia e gli yogurt probiotici, arricchiti di batteri, naturalmente presenti nella flora intestinale, che ci aiutano a digerire meglio.

(Fonte www.benessereblog.it)