Tag Archives: mantenere peso forma

Smettere di Fumare Senza Ingrassare con la Dieta Verde

come fare per nonaumentare peso quando smetti di fumareSmettere di fumare non è facile per tutti, per alcune persone è un sacrificio enorme, fisico e mentale. Le sigarette infatti non solo danno dipendenza all’organismo, ma anche alla mente.
Che cos’è la pausa caffè senza fumare una sigaretta? Quanto può essere piacevole chiudere la giornata con un tiro? Dobbiamo ricordarci che fa male ed eliminare questo brutto vizio vuol dire allungarsi la vita.
Preoccupati di ingrassare?   Con la dieta verde non prenderete un chilo.

Si chiama dieta verde perché è un regime alimentare caratterizzato da un’elevata presenza di frutta e verdura e quindi permette di fare il pieno vitamina C, vitamina A, zinco, selenio e fibre, aiuta a placare l’ansia che spinge ad accendere una sigaretta e soprattutto ha un ridotto apporto calorico. Smettere di fumare non fa ingrassare. Si aumenta di peso perché si tende a colmare il vuoto della sigaretta con cibo e spesso si tratta di biscotti, merendine, dolci, pane e sostituiti. Se invece di un cracker sgranocchiassimo una carota? Ecco le regole per la dieta verde.

Viva i frutti rossi
Prediligere gli alimenti arancioni, rossi o gialli, ricchi di carotenoidi e beta-carotene, come peperoni, carote, crescione, zucca, pomodori, arance, pompelmi, fichi, patate, spinaci e melanzane.

Tanta verdura
Fresca o surgelata, via libera a spinaci, bietole, pomodori, porri, broccoli, fagiolini e piselli. Gli antiossidanti aiuteranno il corpo a liberarsi della nicotina che si è accumulata nel corso degli anni.

Alcuni cibi tolgono la voglia di fumare
Quali? Sedano, asparagi freschi, pere e mele..

(Continua a leggere su http://www.dietaland.com/smettere-di-fumare-senza-ingrassare-dieta-verde/31177/)

Mantenere il Peso Forma dopo i Pranzi delle Feste con i Mirtilli

ritrovare il peso forma dopo le feste con mirtilliAvete esagerato con i pranzi di Natale?
È un costume comune praticamente a tutti, ma c’è possibilità di rimediare. Consumate mirtilli, che proteggono da diete troppo grassi.
A sostenerlo sono il Mykkänen OT e colleghi che hanno analizzato su modello animale gli effetti di una dieta ricca di grassi, protratta per tre mesi.

Che cosa è emerso? I ricercatori hanno valutato gli effetti della dieta ricca di grassi confrontati con una dieta normale e una arricchita con i mirtilli. Sotto la lente di osservazione soprattutto le cellule infiammatorie e livelli di citochine. E non è tutto, anche la pressione arteriosa sistolica, la tolleranza al glucosio, la sensibilità all’insulina e l’aumento di peso. Ovviamente, gli animali che hanno seguito un’alimentazione grassa hanno mostrato un aumento di peso e nocivi cambiamenti nel metabolismo glucidico e lipidico.

Molto interessante, però, l’effetto dei mirtilli, che hanno diminuito gli effetti infiammatori. Si è trovato che vi era un’alterazione nel profilo delle citochine e una riduzione dell’infiammazione provocata dalle cellule T del sistema immunitario. I mirtilli hanno anche impedito l’aumento delle pressione sanguigna causata dall’alta percentuale di grassi nella dieta. Insomma, in questi giorni consumate questo importante frutto di bosco. E per il cenone di Capodanno mettete in tavola delle ciotoline, magari condite con qualche lacrima di limone. I ricercatori hanno infatti commentato:

(continua a leggere su http://www.dietaland.com/mirtilli-peso-forma-pranzi-feste/30308/)