Tag Archives: proprietà crusca

Crusca, grande Amica dell’Intestino

Ne bastano due o tre cucchiai al giorno per far scorta delle fibre che aiutano il funzionamento dell’apparato intestinale, a tutto vantaggio di dieta e salute

proprietà della cruscaSpesso all’origine del sovrappeso c’è un insufficiente consumo di fibre: chi mangia poca frutta e verdura ed “esagera” con pane, pasta, dolci e cereali non integrali, non dà all’intestino lo stimolo per poter funzionare in maniera regolare. Le sostanze di scarto tendono dunque a ristagnare, creando uno stato infiammatorio che nel tempo può frenare il metabolismo. In questi casi un valido aiuto è rappresentato dalla crusca, il sottile tegumento che ricopre i semi dei cereali e che viene separata dalla farina durante la raffinazione. La crusca di frumento, in particolare, contiene circa il 40-50% di fibre, magnesio e vitamine del gruppo B (anti fame). Ecco come utilizzarla.

Assumila sempre con tanti liquidi
Se inizi a prendere la crusca, abituati ad assumere almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno, alternando alla minerale le tisane, i centrifugati, le spremute e anche i passati di verdura. Se mancano i liquidi, la crusca si blocca nell’intestino, disidrata le mucose e peggiora lo stato infiammatorio che frena il metabolismo e favorisce l’ingrassamento.

Usane vari tipi
L’ideale sarebbe alternare nella dieta diversi tipi di crusca, scegliendo tra frumento, avena, riso, orzo, kamut, farro, segale e mais: così il palato e l’intestino si abituano a diversi tipi di fibre e non si “impigriscono”

Non tolleri il glutine? Provala di riso o di mais
Se non puoi assumere il frumento a causa di un’intolleranza al glutine, puoi sempre optare per la crusca di mais o di riso, che sono leggermente meno ricche di fibre ma pur sempre efficaci per aiutarti a mangiare meno e a non ingrassare. Le trovi facilmente nei negozi di cibi naturali. Evita invece la crusca di avena, orzo, farro, segale e kamut, che contengono glutine.

La crusca sazia e abbassa la glicemia
La crusca favorisce il senso di sazietà perché, mescolandosi prima alla saliva e poi ai succhi gastrici, aumenta il suo volume e arriva nello stomaco scatenando una sensazione di pienezza. La crusca assorbe acqua in abbondanza, da 20 fino a 40 volte il suo peso,  creando nel tubo digerente una sorta di “pellicola”, che limita l’assorbimento di zuccheri, grassi e calorie. Inoltre la crusca ripulisce in profondità le pareti dell’intestino, eliminando i materiali di scarto, drenando la flora batterica e migliorando l’evacuazione.

(Leggi l’articolo competo su http://www.riza.it/dieta-e-salute/mangiare-sano/4020/crusca-grande-amica-dell-intestino.html)

La Crusca per eliminare il Sovrappeso

Spesso all’origine del sovrappeso c’è un insufficiente consumo di fibre. Uno dei rimedi è ricorrere alla crusca per eliminare il sovrappeso, aiuta l’intestino ad assorbire meno lipidi e calorie. Chi mangia poca frutta e verdura ed esagera con pane, pasta, dolci e cerali non integrali, non dà all’intestino lo stimolo per poter funzionare in maniera regolare.

proprietà cruscaLe sostanze di scarto tendono dunque a ristagnare, creando uno stato infiammatorio che nel tempo può frenare il metabolismo. In questi casi un valido aiuto è rappresentato dalla crusca, il sottile tegumento che ricopre i semi dei cereali e che viene separata dalla farina durante la raffinazione. La crusca di frumento, in particolare, contiene circa il 40-50 per cento di fibre, magnesio e vitamine del gruppo B.

Tutti i tipi di crusca sono dei validi alleati per il sovrappeso per molti motivi. Favorisce il senso di sazietà perchè, mescolandosi prima alla saliva e poi ai succhi gastrici, aumenta il suo volume e arriva allo stomaco scatenando una sensazione di pienezza. La crusca assorbe acqua in abbondanza, da 20 fino a 40 volte il suo peso.

La crusca, creando nel tubo digerente una sorta di “pellicola”, limita l’assorbimento di zuccheri, grassi e calorie. Ripulisce in profondità le pareti dell’intestino, eliminando i materiali di scarto, drenando la flora batterica e migliorando l’evacuazione meglio del lassativo e non ha effetti collaterali.

Fra le proprietà della crusca anche quella di abbassare il colesterolo, una volta giunta nell’intestino, intrappola le molecole di colesterolo introdotte con il cibo ed evita che finiscano nel sangue. Previene i picchi glicemici, riducendo i livelli di zuccheri che circolano nel sangue, contrastando il rapido accumulo di adipe. Per questo è un alimento consigliato anche a coloro che soffrono di diabete.

Se inizi a prendere la crusca, abituati ad assumere almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno, alternando alla minerale le tisane, i centrifugati, le spremute e anche i passati di verdura. Se mancano i liquidi, la crusca si blocca nell’intestino, disidrata le mucose e peggiora lo stato infiammatorio che frena il metabolismo e favorisce il sovrappeso.

(Fonte www.mondobenessereblog.com)