Tag Archives: rosmarino

Il Rosmarino, una Pianta Mediterranea ricca di Proprietà

proprietà del rosmarinoIl rosmarino è una pianta mediterranea ricca di proprietà, molto utilizzato in cucina per insaporire le pietanze, il rosmarino è anche in grado di aiutare e tutelare la salute del corpo umano.
Il regolare consumo di questo arbusto, infatti, permette di:

  • prevenire il cancro; il rosmarino contiene il carnosolo, un potente composto anti-tumorale efficace contro il cancro al seno, cancro alla prostata, cancro al colon, cancro alla pelle e per la leucemia;
  • migliorare la memoria; grazie all’acido carnosico, protegge il cervello dalla perdita di memoria e dalla malattia di Alzheimer;
  • migliorare lo stato d’animo;
  • curare l’emicrania; basta far bollire un po’ di rosmarino in una pentola con dell’acqua e respirarne successivamente i vapori per circa 10 minuti coprendosi la testa con un asciugamano;
  • alleviare il dolore; l’olio essenziale di rosmarino può essere applicato localmente per trattare l’artrite, dolori articolari e muscolari;
  • prevenire le infiammazioni; l’acido carnosico ed il carnosolo sono due efficaci composti anti-infiammatori;
  • rinforzare il sistema immunitario; le sue proprietà anti-tumorali, anti-ossidanti e anti-infiammatorie permettono di rinforzare le difese dell’organismo;
  • prevenire le infezioni; ciò grazie alle sue potenti proprietà antibatteriche;
  • migliorare la digestione; il suo consumo aiuta l’organismo a trattare i problemi digestivi, come il mal di stomaco, la stitichezza, la cattiva digestione, ecc., ed a prevenire malattie di origine alimentare;
  • stimolare la crescita dei capelli; esiste la possibilità che il rosmarino possa favorire la ricrescita dei capelli in persone affette da alopecia; in uno studio, lo sfregamento di rosmarino, lavanda, timo e legno di cedro sul cuoio capelluto per sette mesi, ha prodotto buoni risultati;
  • migliorare la circolazione sanguigna; l’olio essenziale di rosmarino, applicato localmente, aiuta a migliorare la circolazione del sangue;
  • migliorare l’alito; è possibile preparare un colluttorio naturale immergendo del rosmarino fresco in un litro di acqua calda;
  • favorire la diuresi; questa pianta aiuta le persone a sgonfiarsi, a ridurre la ritenzione idrica, ad aumentare il flusso di urina ed a migliorare il funzionamento dei reni;
  • trattare i problemi respiratori; respirare il profumo dell’olio essenziale di rosmarino aiuta a curare la congestione dovuta a raffreddore, allergie, infezioni respiratorie e influenza; respirare i vapori prodotti da acqua bollita con rosmarino, inoltre, contribuisce a ripulire i polmoni e la gola;
  • disintossicare il fegato; l’estratto di rosmarino cura i problemi del fegato e ne tutela la salute;

(leggi l’articolo completo su http://www.dietainformaebenessere.com/il-rosmarino-una-pianta-mediterranea-ricca-di-proprieta/)

Piante curative

Molte erbe officinali e piante curative non necessitano di chissà quanto spazio per essere coltivate, quindi, se non disponete di ampi cortili, non preoccupatevi perché basta anche solo un fazzoletto di terra o addirittura un vaso. Le piante che andremo a illustrare sono talmente semplici da mantenere in vita che chiunque può riuscire a farle crescere tenendole in casa o fuori, sul balcone oppure in giardino.

Menta

proprietà della mentaMasticare qualche fogliolina di menta fresca aiuta la digestione alleviando al contempo gli spasmi allo stomaco. Oltre a ciò, chiunque abbia bevuto una tazza di tisana alla menta conosce bene il suo effetto rinvigorente. La menta infatti contiene diversi stimolanti del sistema nervoso centrale, tra cui il mentolo, che aumentano gradualmente l’energia. Ma non finisce qui perché le proprietà energetiche di quest’erba sono particolarmente adatte per la mente dato che agiscono sull’acetilcolina, un neurotrasmettitore essenziale per la memoria e l’apprendimento. Questa pianta inoltre stimola la circolazione sanguigna, perciò da molti è considerato un alimento afrodisiaco. A dimostrazione dei suoi benefici a livello sessuale esistono anche diversi scritti latini che testimoniano il divieto da parte dei soldati romani di consumare menta altrimenti, durante le guerre, si sarebbero concentrati sulle donne anziché sulla battaglia.Coltivare la menta è davvero molto semplice, basta piantarla in vaso o in giardino e questa crescerà anche in zone parzialmente luminose. Non necessita di molta acqua, tuttavia è meglio se il terreno è umido e fresco.La menta può essere consumata semplicemente masticando qualche fogliolina fresca, appena colta, oppure preparando una tisana lasciando in infusione una manciata di foglie fresche di menta per 5-10 minuti. La tisana può essere ottenuta anche con le foglie essiccate e sbriciolate, in questo caso basteranno due cucchiaini di foglie secche per tazza. L’importante è di non lasciare in infusione per più di 5-10 minuti altrimenti la bevanda risulterà carica di tannini e quindi troppo amara. La menta inoltre può essere utilizzata fresca per arricchire insalate, piatti freddi e pasta.

Aloe Vera

proprietà aloe-veraIl maggior pregio dell’aloe vera è quello di guarire le ferite e lenire il prurito. Oltre a rimarginare tagli, l’aloe vera è un ottimo rimedio naturale per trattare ustioni, herpes, vesciche, e lesioni da congelamento. Tutto ciò è possibile perché il gel di aloe vera possiede sostanze che bloccano le infiammazioni e inibiscono le istamine, fonte di prurito. Inoltre, l’aloe contiene bradykininase, una sostanza che allevia il dolore e riduce il rossore e il gonfiore.La pianta di aloe vera non necessita di molte cure, neppure di molta acqua, tuttavia, ha bisogno di stare al caldo quindi in inverno è bene tenerla dentro casa. Il terreno non deve essere di torba, o meglio, non completamente perché deve essere drenante. Si può creare un terreno ideale per l’aloe mescolando 1/3 di terra normale con 1/3 di sabbia e 1/3 di pietrisco (o altro materiale drenante come pomice, ghiaia, cocci ecc). Posizionare la pianta in una zona semi soleggiata.Per usufruire dei benefici dell’aloe basta recidere una delle foglie e al suo interno sarà possibile trovare il gel da applicare direttamente sulle aree interessate da irritazioni o tagli.

Rosmarino

proprietà rosmarinoIl rosmarino è un buon stimolante naturale per il cervello, per questo, quando si studia è bene tenere un rametto di rosmarino sulla propria scrivania. Il profumo di tale erba infatti stimola il flusso di sangue al cervello e favorisce la concentrazione. A dimostrazione di ciò, esiste anche uno studio scientifico del 1998 condotto dalla University of Miami.Il rosmarino è una delle piante mediterranee per eccellenza, molto resistente, e in Italia praticamente fiorisce dappertutto, ma meglio se al sole e in un terreno ben drenato. Tuttavia, se gli inverni sono molto freddi e lunghi, si può coltivare il proprio rosmarino in un vaso e rientrarlo in casa durante la stagione fredda.Per diffondere l’essenza di rosmarino in casa, basta far bollire circa 30 grammi di aghi di rosmarino in 750 ml d’acqua, lasciando scoperto il pentolino per far propagare l’aroma. Il rosmarino può essere anche assunto tramite tisana, aggiungendo 1-2 cucchiaini di aghi di rosmarino all’interno di una tazza, e versandovi sopra dell’acqua bollente. Lasciare in infusione per cinque minuti, filtrare. Infine, se si vuole, è possibile esaltarne il gusto con una spruzzata di succo di lime, quindi bere…..

(continua a leggere su http://www.beautyerelax.com/alimentazione/418-piante-erbe-officinali-medicinali-facili-da-coltivare.html#ixzz2HIqhdEop)

Il rosmarino protegge la vista

E’ il risultato di uno studio americano, il rosmarino protegge la vista, così come la salvia. La comune erba aromatica che insaporisce molti piatti della nostra cucina, potrebbe aiutare la salute dei nostri occhi da gravi disturbi alla retina.
il rosmarino protegge la vistaIl rosmarino è una pianta da giardino, molti di noi hanno vasetti sul balcone o sul davanzale della finestra. Fino a qualche giorno fa pensavamo che servisse solo per insaporire arrosti e zuppe, ma sembra che una sua componente sia salutare per curare una delle malattie più dannose della retina, la degenerazione maculare. A dirlo sono i ricercatori del Sanford-Burnham Medical Research Institute in Florida (Usa).

Si tratta dell’acido carnosico, un diterpenoide contenuto anche nella salvia; l’efficacia per contrastare la degenerazione è stata testata dai ricercatori, coordinati dal dottor Stuart A., i risultati sono stati pubblicati su Investigative Ophthalmology & Visual Science. I test, per il momento, si limitano al modello animale.

La degenerazione maculareè un disturbo che in genere colpisce le persone con qualche anno in più. Il primo sintomo di questa malattia della retina è la graduale diminuzione della vista, soprattutto nella parte centrale. La malattia può portare alla cecità.

Anche altri studi avevano portato a dedurre che l’avanzare della degenerazione maculare potesse essere in qualche modo rallentata dalla componente del rosmarino, o potesse portare ad un miglioramento, contrastando l’azione dei radicali liberi e l’ossidazione dell’organismo. In passato, era stato accertato che l’acido carnosico avesse degli effetti curativi contro i danni dei radicali liberi sul cervello.

Gli ulteriori approfondimenti hanno permesso ai ricercatori di scoprire che la stessa azione protettiva si è dimostrata efficace anche sui danni della retina, sempre su modello animale. Sicuramente la scoperta apre nuove strade per la cura di una retina danneggiata dalla degenerazione maculare.

Il dottor Lipton ha così commentato l’esito dei suoi studi:

Stiamo sviluppando derivati dell’acido carnosico e composti correlati migliorati per proteggere la retina e altre aree cerebrali da un numero di condizioni degenerative, tra cui la degenerazione maculare senile e varie forme di demenza.

(leggi l’articolo completo su http://www.mondobenessereblog.com/2012/11/29/rosmarino-protegge-vista/)

Il Rosmarino non solo in cucina

Il Rosmarino (Rosmarinus officinalis), appartiene come la menta alla famiglia delle Labiate.
Arbusto sempreverde con foglie aghiformi .

I vantaggi per la salute:

Per il suo elevato contenuto di oli essenziali dal quale si estrae un potente antiossidante attualmente in fase di studio.

Per uso interno il rosmarino ha proprietà:

  • Digestive
  • Antispasmodiche
  • Carminative
  • Stimola la diuresi
  • Regola il ciclo mestruale
  • Fluidifica le secrezioni bronchiali
  • Seda le tossi convulse

Per uso esterno, l’olio essenziale (pinene, canforene, limonene) ha proprietà:

  • Stimolanti
  • Utile per le contusioni
  • Dolori articolari
  • Dolori muscolari
  • Reumatismi
  • Torcicollo
  • I fiori si usano per aromatizzare l’insalata
  • Le foglie essiccate in aggiunta a numerosi piatti
  • I rametti bruciati tengono lontani gli insetti
  • Con i rametti per facilitare la digestione e stimolare la diuresi e
  • calmare la tosse. 1 g di prodotto in 100 ml di acqua in una tazzina dopo il pasto
  • Utilizzato in tintura per risciacqui per mal di denti
  • Frizioni contro i dolori reumatici e il mal di testa
  • Come cataplasma con foglie tritate e riscaldate in olio
  • In impiastri in caso di slogature e contusioni.

Attenzione all’olio essenziale per uso interno, come tutti gli oli, deve essere usato solo 1/3 gocce massimo e dietro prescrizione, in quanto in forti quantità può causare intossicazione.

L’uso dell’olio solo 1 o 2 gocce in poco miele per:

  • stimolare la circolazione,
  • alzare la pressione troppo bassa
  • contrastare l’aumento del colesterolo nel sangue

Controindicato alle donne in gravidanza

Viene inoltre usato per disinfettare e disinfiammare la pelle.

Curiosita:

Il suo nome è molto poetico, rosmarino ovvero Ros marinus  (rugiada del mare).

Questa pianta solare infatti è strettamente legata la mare, nei pressi del quale cresce ricca e rigogliosa. (fonte www.alimentazione-benessere.it)

L’Umore Basso può essere migliorato con il Rosmarino

Capita di soffrire di umore basso, specialmente nella stagione invernale, in cui la nostra vitalità è messa a dura prova dalle poche ore di luce. Ci ritroviamo così a soffrire di un senso  stanchezza, di sonnolenza e anche le nostre prestazioni mentali non sono al massimo. Per tutto questo c’è un valido rimedio: il rosmarino.

Un gruppo di ricercatori della Northumbria University ha scoperto che il profumo e l’aroma del rosmarino possono influire sul nostro umore e sulle nostre prestazioni intellettuali. In particolare è stato analizzato il cineolo, un composto che è presente in abbondante quantità nell’essenza del rosmarino.

Si è cercato di capire se gli effetti sull’umore e sulle prestazioni mentali possono variare in base all’esposizione a diverse intensità di aroma. Gli studiosi hanno spiegato a tal proposito: “Soltanto la felicità aveva una relazione significativa con i livelli di 1,8-cineolo, e interessavano alcuni dei risultati delle performance cognitive, che porta al suggerimento intrigante che lo stato d’animo positivo può migliorare le prestazioni, mentre l’umore suscitato no“.

Il rosmarino quindi non è solo utile contro le infiammazioni, ma potrebbe essere anche un efficace rimedio contro la depressione invernale. Anche il cattivo umore e la depressione dell’autunno possono essere combattute con il rosmarino.

Gli esperti infatti hanno spiegato che le molecole aromatiche possono influenzare il cervello, in quanto riescono ad attraversare la barriera emato-encefalica. Tutto questo sarebbe garantito dal fatto che il cineolo riesce ad entrare nel flusso sanguigno attraverso la mucosa nasale o polmonare. (fonte www.tantasalute.it)

Luppolo e Rosmarino tra i migliori Rimedi Naturali contro la Cellulite

l luppolo e il rosmarino sono da sempre alleati della circolazione sanguigna e dunque ottimi rimedi naturali contro la cellulite. Insieme ad alcuni consigli alimentari di base, scopriamo come preparare preziosi decotti e tisane anti buccia d’arancia.

La dieta per ridurre la cellulite

Massaggi e sport sono validi alleati contro la cellulite, è vero. In particolare, dedicarsi all’attività fisica vuol dire avere intuito l’importanza di adottare uno stile di vita che contempli il movimento. Oltre che sul tatami, sulla bicicletta o sul lettino del massaggiatore, la cellulite si combatte quando si è seduti a tavola. L’alimentazione anti cellulite deve essere sana, equilibrata, scevra di lunghi digiuni o fastidiose rinunce, calibrata sulla base di un nutrimento corrispondente alle autentiche necessità della persona.

Meglio non eccedere con i farinacei e il pane, se possibile, deve essere preferibilmente integrale e senza grassi. L’alimentazione di riferimento generale può essere quella di una dieta vegetariana. Meglio limitare fortemente salumi, formaggi piccanti, carne grassa, alcool, spezie. Sono consigliati: yogurt, formaggi magri, carni bianche, pesci magri e naturalmente tanta frutta e verdura.

I rimedi naturali contro la cellulite

Con il luppolo e il rosmarino si possono preparare ottime bevande coadiuvanti un’alimentazione equilibrata e mirata al miglioramento della circolazione sanguigna.

Infuso di luppolo
Si prepara una tisana a base di coni di luppolo con eventuale aggiunta, a piacere, di un pizzico di menta. Il liquido, filtrato e intiepidito, va bevuto un paio di volte al giorno, lontano dai pasti, nella dose di un bicchierino o di una tazza di caffé.

Il luppolo è costituito da umulene, responsabile del gusto amaro, e la luppulina, dall’azione conservante: queste sostanze pare abbiano una azione simile agli ormoni, cioè produrre determinate azioni stimolando particolari punti delle cellule dette recettori.

Decotto di rosmarino
Per preparare un decotto al rosmarino potete usare del rosmarino in polvere da far bollire in acqua. In alternativa, procuratevi qualche foglia di rosmarino e ponetele in una tazza di acqua bollente. Lasciate in infusione per circa 15 minuti e poi filtrate. Bevete l’infuso per tre volte al giorno dopo i pasti. (fonte www.cure-naturali.it)

La cellulite

Il luppolo e il rosmarino sono da sempre alleati della circolazione sanguigna e dunque ottimi rimedi naturali contro la cellulite. Insieme ad alcuni consigli alimentari di base, scopriamo come preparare preziosi decotti e tisane anti buccia d’arancia.

Massaggi e sport sono validi alleati contro la cellulite, è vero. In particolare, dedicarsi all’attività fisica vuol dire avere intuito l’importanza di adottare uno stile di vita che contempli il movimento.

Oltre che sul tatami, sulla bicicletta o sul lettino del massaggiatore, la cellulite si combatte quando si è seduti a tavola.

L’alimentazione anti cellulite deve essere sana, equilibrata, scevra di lunghi digiuni o fastidiose rinunce, calibrata sulla base di un nutrimento corrispondente alle autentiche necessità della persona.

Meglio non eccedere con i farinacei e il pane, se possibile, deve essere preferibilmente integrale e senza grassi. L’alimentazione di riferimento generale può essere quella di una dieta vegetariana.

Meglio limitare fortemente salumi, formaggi piccanti, carne grassa, alcool, spezie. Sono consigliati: yogurt, formaggi magri, carni bianche, pesci magri e naturalmente tanta frutta e verdura.

Con il luppolo e il rosmarino si possono preparare ottime bevande coadiuvanti un’alimentazione equilibrata e mirata al miglioramento della circolazione sanguigna.

Infuso di luppolo Si prepara una tisana a base di coni di luppolo con eventuale aggiunta, a piacere, di un pizzico di menta. Il liquido, filtrato e intiepidito, va bevuto un paio di volte al giorno, lontano dai pasti, nella dose di un bicchierino o di una tazza di caffé. Il luppolo è costituito da umulene, responsabile del gusto amaro, e la luppulina, dall’azione conservante: queste sostanze pare abbiano una azione simile agli ormoni, cioè produrre determinate azioni stimolando particolari punti delle cellule dette recettori. Decotto di rosmarino Per preparare un decotto al rosmarino potete usare del rosmarino in polvere da far bollire in acqua. In alternativa, procuratevi qualche foglia di rosmarino e ponetele in una tazza di acqua bollente. Lasciate in infusione per circa 15 minuti e poi filtrate. Bevete l’infuso per tre volte al giorno dopo i pasti. Se volete sorseggiarla in un momento di relax, vi consigliamo un libro da riprendere in mano, “Le Metamorfosi” e leggere, per restare in tema, il frammento in cui si racconta della storia della principessa di Persia Leucotoe, che sedotta da Apollo, dovette subire l’ira del padre, che la uccise per la sua debolezza. Sulla tomba della principessa i raggi del sole penetrarono fino a raggiungere le spoglie della fanciulla, che lentamente si trasformò in una pianta dalla fragranza intensa, dalle esili foglie e dai fiori viola-azzurro pallido. Da questa leggenda deriva l’usanza degli antichi Greci e Romani di coltivare il rosmarino come simbolo d’immortalità dell’anima.